Movimento Donne Impresa, Laura Belli: “L’imprenditoria femminile della Tuscia è in crescita, ma occorre definire nuovi modelli”

NewTuscia – VITERBO – La provincia di Viterbo conferma anche nel 2017 la forte vocazione imprenditoriale da parte delle donne. È quanto emerge dall’Osservatorio per l’Imprenditorialità femminile di Unioncamere e InfoCamere sulla base dei dati del Registro Imprese della Camera di Commercio di Viterbo, da cui risulta che nella provincia di Viterbo le imprese rosa sono salite a 10.430, con 194 nuove registrate. Altrettanto confortante è il tasso di femminilizzazione nella Tuscia, il dato che esprime il peso relativo delle imprese femminili sul totale delle imprese, pari al 27,6% di gran lunga superiore al dato regionale del 22% e nazionale del 21,9%.

I settori economici più in rosa sono quelli dei servizi alle persone, in cui le imprese femminili sono oltre la metà delle attività di questo settore (57,9%), dell’agricoltura, con un tasso di femminilizzazione di circa il 35%, del settore dell’ospitalità e ristorazione con un tasso del 34,1%. Si registra una buona presenza di imprese femminili anche nel commercio, con un tasso di femminilizzazione del 29,4%.

Complessivamente la provincia di Viterbo presenta una distribuzione settoriale che ricalca abbastanza bene quella nazionale, con oltre l’80% delle imprese femminili della provincia che si concentra in cinque settori produttivi: commercio, agricoltura, ospitalità e ristorazione, altre attività dei servizi e manifattura.

E’ a partire dal 2015 che si è consolidato un trend positivo, ma resta necessario continuare a sostenere e incentivare l’imprenditoria femminile. Più tutela quindi, più attenzione verso le donne che sempre più spesso sono alla ricerca di un riscatto personale, oltre che professionale. Occorrono soprattutto cultura d’impresa e nuovi modelli organizzativi,  un perfetto “work life balance”, ossia un  bilanciamento tra la vita professionale e quella privata, tutti strumenti essenziali per avere un nuovo modello di impresa femminile forte e innovativa. Ed è proprio il tema dell’impresa sostenibile, necessaria per il cambiamento, che è stato al centro dei seminari del meeting formativo del Movimento Donne Impresa di Confartigianato che si è tenuto a Roma dal 24 al 26 febbraio scorso.

“Il trand in crescita sulle percentuali  positive dell’imprenditoria femminile viterbese , ben  oltre la media nazionale, sono dati che rendono orgoglioso il territorio e le persone che lo  abitano” – dichiara Laura Belli presidente del Movimento Donne Impresa di Confartigianato Viterbo.

“Occorre stare vicino alle donne ancora un passo in più, per tutte coloro che hanno prestato un nome, per quante non conoscono il lavoro che rappresentano, per le imprenditrici che rimangono sempre dietro la prima fila” – continua Laura Belli.  “Ricordiamo che dietro ad ogni impresa c’è una storia da raccontare e che racchiude la bellezza della donna , anche e soprattutto dentro la sua impresa. Sono fiduciosa per il futuro e certa che la Tuscia continuerà ad avere un ruolo centrale nella crescita dell’imprenditoria femminile del Lazio” ribadisce la presidente provinciale del Movimento Donne Impresa.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci la risposta corretta per lasciare il tuo commento *