Comitato Cassia Libera: scarsa partecipazione da parte dei Comuni

NewTuscia – Come comitato spontaneo per la Cassia rimaniamo veramente senza parole.

Abbiamo mandato inviti tramite pec dal Comune di Acquapendente per arrivare a sud al Comune di Monterosi, passando per quelli di S. Lorenzo Nuovo, Bolsena, Montefiascone, Viterbo, Vetralla, Capranica e Sutri. Gli inviti sono stati fatti verbalmente, tramite la stampa e telefonicamente agli amministratori…

Tutti gli inviti sono stati fatti con lo scopo di unire i rappresentanti della gente in una voce unica, ma a quanto sembra il detto “l’unione fa la forza”  in questo caso fa riferimento alla forza delle direttive e delle dinamiche di partito.

Mai e poi mai, nonostante la posta certificata, ci saremo aspettati un silenzio di tomba.

Mai e poi mai ci saremmo aspettati che anche per espletare un sacrosanto diritto contemplato nella Costituzione, addirittura il Comune di Vetralla, tramite posta certificata, dapprima ci diceva che non era interessato a partecipare e poi in un secondo momento ci comunicava che i tempi erano ristretti per concederci l’autorizzazione, paventando un’eventuale pagamento dovuto alla possibile occupazione di detto suolo.

Siamo esterrefatti, delusi, ma soprattutto molto arrabbiati nei confronti di chi dovrebbe rappresentare i diritti dei cittadini.

La cosa ancora più deprimente, da parte di questi pseudo amministratori, è che non dovrebbe essere la gente comune ad organizzare certe cose, ma loro! Quindi dopo aver mancato al dovere, come si comportano? Boicottano le stesse persone che gli chiedono aiuto direttamente.

Vedere addirittura giornalisti della Rai e locali in attesa di qualche amministratore… da cittadino, sinceramente, ho provato imbarazzo per loro.

A questo punto, prendiamo atto che i sindaci dei comuni invitati non hanno alcun interesse a fare gruppo e lavorare in sinergia per il bene comune, ma purtroppo i fatti stanno ampiamente dimostrando che ognuno mira esclusivamente a non dare fastidio a chi forse sta sopra di loro (speriamo di sbagliarci). Ora ci rimane soltanto da lanciare un appello al Prefetto Giovanni Bruno, il quale in diverse occasioni ha dimostrato fermezza e decisione nei confronti delle amministrazioni pubbliche che pensavano di fare del loro territorio uno Stato a se.

Lucio Matteucci, portavoce del Comitato Cassia Libera

Il comunicato del Comune di Vetralla

Al signor Matteucci Lucio

Comitato Cittadino Strada Cassia

Oggetto: Richiesta nulla osta all’occupazione di suolo pubblico per manifestazione “Salviamo la Cassia” del 11/03/2018

Con riferimento alla richiesta avanzata il 09/03/2018, assunta al prot. 7276, si comunica che stante i ristretti tempi di presentazione della domanda, non è possibile rilasciare l’autorizzazione all’occupazione di suolo pubblico per la mancanza del prescritto parere da parte della Polizia locale e dell’eventuale pagamento dovuto

Cordiali saluti,

il responsabile del settore

Antonio Delle Monache

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci la risposta corretta per lasciare il tuo commento *