Viterbese, col Cosenza un piede in finale di Coppa Italia

Maurizio Fiorani

NewTuscia – VITERBO – La Viterbese-Castrense vince la semifinale d’andata di Coppa Italia superando 3-1 il Cosenza dopo una gara vibrante e costellata dalle espulsioni di due giocatori calabresi: Mungo in avvio di gara (per avere proferito un insulto all’arbitro) e Loviso (un calcio di rigore nel finale). Una partita nervosa, giocata sempre sul filo dei nervi, su un campo ai limite della praticabilità, pieno di pozzanghere e con il pallone che si piantava sempre.  Una vittoria importante per i gialloblù che si aggiudicano la semifinale d’andata di Coppa Italia di Lega Pro, anche se a Cosenza, nella gara di ritorno, si preavvisa molto difficile per i ragazzi di Mr. Stefano Sottili. Troveranno un ambiente molto caldo, viste le dichiarazioni molto polemiche nel dopo partita di Mr. Braglia.

Passiamo alle formazioni delle due squadre:

VITERBESE-CASTRENSE: Pini, Cenciarelli, Celiento, Rinaldi, Vandeputte, Sini, Baldassin, Jefferson, Calderini, De Vito, Benedetti

A disposizione di Mr.Stefano Sottili : Iannarilli, Micheli, Peverelli, Bismark,De Sousa, Mendez, Mbaye, Zenuni, Sane’, Di Paoloantonio, Atanasov, Mosti

 COSENZA: Zommers, Corsi, Mungo, Boniotti, Baclet, Bruccini, Tutino, Loviso, Pascali, D’Orazio, Dermaku

A disposizione di Mr. Piero Braglia: Saracco, Idda, Palmiero, Ramos, Perez, Pasqualoni, Okereke, Calamai, Braglia

Arbitro: Signor Matteo Proietti di Cosenza
Assistenti: Signori Giuseppe Perrotti di Campobasso e Michele Pizzi di Termoli (CB).

Note: giornata con cielo nuvoloso anche se con ampie schiarite, terreno in buone condizioni anche se allentato dalla pioggia caduta negli ultimi giorni, pubblico intorno agli 800 spettatori con buona rappresentanza di tifosi del Cosenza al seguito della squadra calabrese

CRONACA DEL PRIMO TEMPO

Al 2° corner per il Cosenza provocato da un difensore gialloblù che devia sul fondo un pericoloso traversone in area. Il tiro dalla bandierina per i calabresi non ha esito, la difesa gialloblù fa buona guardia ed allontana la minaccia.
Al 3° contrasto tra Jefferson ed un difensore calabrese, il brasiliano cade a terra infortunandosi; per fortuna nulla di grave e, grazie alle cure dei sanitari, prosegue la partita.
Al 4° Cosenza vicino al vantaggio con Baclet che impegna il portiere gialloblù Pini ad una difficilissima parata.
Al 5° la Viterbese va in vantaggio in modo incredibile; retropassaggio di Dermaku al proprio portiere Zommers che, pressato dall’attaccante Jefferson, prova a calciare il pallone ma lo liscia per un rimbalzo irregolare su una zolla del terreno e la palla finisce in rete tra lo stupore generale.
Al 13° viene espulso il giocatore del Cosenza Mungo, reo di avere protestato vivacemente con il direttore di gara offendendolo.
Al 15° miracolo del portiere Pini su Tutino che, servito in area, tira forte ma l’estremo gialloblù respinge in tuffo sventando la minaccia.
Al 16° Cosenza vicino al pareggio con il solito Tutino che, da posizione decentrata dal lato sinistro dell’area di rigore della Viterbese, lascia partire un tiro rasoterra molto forte che viene parato dal portiere Pini della Viterbese.
Al 20° il trequartista gialloblù Vandeputte viene colpito da una gomitata in viso: si accende una mischia tra i giocatori delle due squadre, ne fanno le spese Baldassin della Viterbese e Corsi del Cosenza che vengono entrambi ammoniti.
Al 26° Viterbese vicina al 2-0 con Calderini: quest’ultimo servito in area da un bel cross di Cenciarelli conclude in porta in semirovesciata, impegnando il portiere Zommers del Cosenza ad un bella respinta in tuffo.
Al 29° primo cambio della partita per il Cosenza: esce Boniotti ed al suo posto entra Calamai.
Al 30° bel cross dalla trequarti di Vandeputte per servire Jefferson che viene anticipato in uscita aerea dal portiere Zommers del Cosenza che abbranca il pallone.
Al 31° Viterbese pericolosa in attacco con Calderini che si invola sulla fascia sinistra, entra in area calabrese dal lato sinistro e tira in porta, la sua conclusione va sull’esterno della rete.
Al 32° bella galoppata del mediano Baldassin della formazione gialloblù che si fa 60 metri palla al piede ma, arrivato al limite, calcia alto sopra la traversa.
Al 33° la Viterbese raddoppia con Jefferson che, di testa, servito da un preciso traversone dalla trequarti di Benedetti, mette in rete all’angolino alto sinistro:  il portiere Zommers è battuto e la palla finisce in rete tra il tripudio dei tifosi della Viterbese.
Al 36° calcio d’angolo per la Viterbese; dalla bandierina batte Benedetti, pallone messo in mezzo all’area calabrese affollatissima, la difesa rossoblù silana allontana la minaccia, anticipando gli attaccanti della Viterbese.
Al 41° il Cosenza accorcia le distanze con Bruccino: il giocatore calabrese raccoglie un bell’assist del neoentrato Calamai in area viterbese e mette in rete all’incrocio dei pali con una conclusione forte e precisa che non lascia scampo al portiere gialloblù Pini. proteso invano in tuffo.
Al 43° Cosenza vicino al pareggio con Calamai che, servito in area della Viterbese, da due passi mette fuori clamorosamente. La difesa gialloblù è in bambola e sbanda pericolosamente sotto gli attacchi dei rossoblù calabresi.
Al 45° viene ammonito Pascali del Cosenza per un fallo su Jefferson, lanciato sulla trequarti calabrese.
La conseguente punizione per i gialloblù, viene battuta da Sini che tira forte ma la sua pericolosa conclusione viene deviata in corner dal portiere Zommers.
Il pallone viene scodellato in mezzo all’area calabrese, si accende una mischia furiosa con un batti e ribatti, poi  l’arbitro interrompe il gioco fischiando un fallo in attacco agli attaccanti  gialloblù.

La prima frazione di gioco termina con il risultato di 2-1 per i gialloblù con i giocatori delle squadre molto nervosi.


CRONACA DEL SECONDO TEMPO

Inizia la seconda frazione di gioco; si accendono i riflettori dello stadio Rocchi e la pioggia cade copiosa sul terreno di gioco già allentato.
Prima sostituzione nelle fila della Viterbese: esce Jefferson al suo posto Bismark.
Al 3° infortunio alla spalla di De Vito, terzino della Viterbese, che deve abbandonare il campo ed al suo posto entra Sané. Punizione per i calabresi, pallone scodellato in area viterbese, il portiere della Pini respinge di pugno ed allontana il pallone dalla propria area; la palla finisce sui piedi di Calamai che, dai 25 metri, tira alto sopra la traversa.
Al 5° bella azione in profondità di Baldassin che si invola in area calabrese e mette in mezzo un cross basso che non viene raccolto da Bismark: quest’ultimo viene anticipato di un soffio da un difensore del Cosenza e l’azione sfuma.
Al 6° tiro di Calamai del Cosenza dalla distanza parato dal portiere della Viterbese Pini che si accartoccia sul pallone reso viscido dalla pioggia.
Al 7° contatto in area di rigore silana tra un difensore calabrese e Baldassin che cade a terra, l’arbitro lascia correre tra le proteste dei giocatori gialloblù.
Al 9 viene espulso il giocatore del Cosenza Loviso per una brutta entrata su Sané con il piede a martello. Il giocatore della Viterbese cade a terra dolorante, si accende un parapiglia tra giocatori delle due squadre e le rispettive panchine. L’arbitro, dopo aver riportato la calma in campo, concede la punizione per i gialloblù dal lato sinistro dell’area calabrese. Della battuta si incarica il trequartista Vandeputte che batte forte e teso, il pallone esce fuori di pochissimo dal palo sinistro della porta calabrese con Sini che sfiora il pallone per la deviazione di testa.
Al 10° altro cambio nel Cosenza: entra Palmiero ed al suo posto di Tutino.
Al 12° Viterbese vicina al 3-1 con Bismark: il suo tiro viene deviato dal portiere Zommers in corner. L’angolo per i gialloblù non ha esito. Calcio d’angolo per i gialloblù,  pallone che viene messo in mezzo all’area, colpo di testa di Sini, difensore, che si porta in attacco, la sua conclusione di testa finisce sull’esterno della rete.
Al 13° altro cambio nella Viterbese, esce Calderini, evanescente, ed entra De Sousa.
Al 14° sostituzione nelle fila del Cosenza, esce Baclet per Perez.
Al 20° bella azione di Bismark che si gira in area ospite e tira in porta ma manda alto sopra la traversa.
Al 29° punizione dai 25 metri per i gialloblù: batte Sini e il suo tiro viene deviato in corner dalla barriera calabrese. Pallone messo in area calabrese, si accende una mischia e la difesa rossoblù libera con affanno.
Al 31° il Cosenza si rende pericoloso con Calamai che tira mandando il pallone sull’esterno della rete.
Al 33° viene ammonito Bismark della Viterbese per gioco falloso.
Al 35° tiro di Celiento della Viterbese dai 25 metri alto sopra la traversa.
Il gioco ristagna a centrocampo tra le pozzanghere.
Al  38° la Viterbese si porta sul 3-1 grazie ad un  rigore per i gialloblù per fallo su Bismark, della battuta si incarica De Sousa che spiazza il portiere mettendo il pallone all’angolo sinistro.
Al 40° viene ammonito De Sousa per fallo di mano.
La partita termina con la vittoria della Viterbese per 3-1.