Chiusura campagna elettorale: alle Terme Salus nasce il popolo di Francesco Bigiotti

Quanto accaduto a Bagnoregio diventa modello per lo sviluppo della Tuscia

NewTuscia – VITERBO – Francesco Bigiotti fa il pieno di pubblico nella serata di chiusura della campagna elettorale alle Terme Salus. Sala piena, tante le persone rimaste in piedi dentro e all’esterno. “Coraggio, basta il tuo voto!” il messaggio che campeggia dall’accoglienza al palco.

Un’ora di narrazione, con tanti interventi a sostegno della candidatura di Bigiotti. Il finale è tutto del sindaco di Bagnoregio. Non ha bisogno di raccontare cosa è stato fatto in questi anni grazie allo sviluppo turistico di Civita. Ci ha pensato in apertura il suo vicesindaco Luca Profili, il ragazzo che Bigiotti scelse come suo numero due quando aveva 25 anni.

Bigiotti va dritto al punto, illustra la sua visione per il futuro della Tuscia e i progetti da mettere in campo. Su alcuni la sua squadra ci ha già lavorato e in poco tempo possono entrare in funzione. Batte sul tasto del lavoro, quello delle tasse. “Dobbiamo costruire sviluppo e prosperità, là dentro c’è il lavoro. Ci sono tasse ridotte”; così il candidato alle regionali di domenica con la Lista Civica Zingaretti Presidente.

“Camminiamo sulla ricchezza. I nostri paesaggi, i nostri beni storico-artistici, le chiese, i musei, i quartieri medioevali. In questa campagna elettorale sono andato in tutti i comuni, anche nelle frazioni. C’è da lavorare tanto, siamo qui per questo. Ho bisogno del vostro voto perché la Regione Lazio è importante per riuscire a costruire lo sviluppo che ho in mente. Quello sviluppo che oggi tutto il mondo può vedere guardando a Civita di Bagnoregio”. Le parole di Bigiotti.

Il registro dell’incontro è amichevole. Bravo il presentatore Sante Paolacci. Forti gli interventi di Luca Profili (vicesindaco di Bagnoregio), Gian Maria Cervo (direttore artistico di Quartieri dell’Arte), del professore Giulio Della Rocca, di Vaniel Maestosi e Glauco Almonte dell’Est Film Fest e Civita Cinema. Sul palco le due donne della Lista Civica Zingaretti Chiara Porcare e Paola Marchetti.

Tutto intorno la sala piena, tantissime persone. E in molti non sono riusciti a entrare. Quanto fatto a Bagnoregio in questi anni è diventato esempio e speranza per un’intera provincia.