Il progetto Francigena Musica presentato alla Cappella musicale Pontificia

present-francigena-musicaNewTuscia – ACQUAPENDENTE – Sabato 17 Febbraio il progetto “Francigena Musica” è stato presentato a Roma, in una sede prestigiosa come la Cappella musicale Pontificia e con una buona partecipazione di pubblico, tra cui numerosi giornalisti.

C’è un grande interesse intorno a un progetto che mette insieme luoghi della Francigena, musica e gastronomia, ma c’è anche rispetto ad Acquapendente, alla sua storia ed ai suoi beni culturali.

L’intervento di Sandro Polci, direttore del Festival Europeo della Francigena, ha sottolineato con grande sapienza l’importanza di Acquapendente sul percorso dei pellegrini romei.

Don Enrico Castauro ed io abbiamo poi manifestato approvazione e sostegno al progetto, ideato e proposto dall’associazione Arisa, all’interno di una chiara unità di intenti tra tutti i soggetti locali coinvolti.

C’è stato poi un momento musicale di grande livello, con il maestro Costantino Mastroprimiano che ci ha deliziato suonando Mozart al pianoforte, anticipando alcuni brani del concerto che si terrà ad Acquapendente il 7 Aprile.

Il tutto si è concluso poi con un momento conviviale curato dal ristorante stellato La Parolina.

La presentazione, molto ben curata, è stata praticamente un assaggio di ciò che sarà questo programma musicale, che con i suoi eventi culturali, oltre ai luoghi sacri della Francigena ad Acquapendente, toccherà il Museo Civico Diocesano, il castello di Trevinano e il giardino Cahen d’Anvers del castello di Torre Alfina.

La via Francigena per noi è sempre più importante. Nel 2017 sono stati rilevate più di 10.000 presenze nella nostra cittadina. Nel pellegrinaggio sulla Francigena noi siamo qualcosa di più di una tappa, per il Sacello della Cripta del Santo Sepolcro, che costituisce una meta e che fa di Acquapendente la Gerusalemme d’Europa.

Questi flussi, già così consistenti e destinati a crescere ancora, devono essere uno stimolo per il miglioramento della nostra ospitalità e della nostra offerta.

Il turismo, in particolare quello culturale, è un settore strategico per la rinascita di Acquapendente. Il Comune è in prima linea per favorire e supportare iniziative come questa, che coniugano vari aspetti del turismo culturale, da quello religioso, a quello musicale e, perché no, a quello gastronomico.

Il sindaco di Acquapendente

Angelo Ghinassi