E-commerce e social network: insieme per vincere!

Andare al di là del semplice sito e-commerce non solo è possibile, ma necessario per un aumento delle vendite on-line

Elisa Iandiorio

Per chi vende al pubblico avere una sezione e-commerce sul proprio sito ormai non è più tabù, ma qual è l’evoluzione delle vendite online? Hai mai sentito parlare di “Social shopping”?  Vediamolo insieme. Nel loro ultimo rapporto Casaleggio e Associati dichiarano che “La crescita dell’e-commerce rimane a doppia cifra anche per lo scorso anno (2016 nda). Il fatturato complessivo delle vendite online è stimato in 31,7 miliardi di Euro, con un incremento del 10% sul 2015. L’e-commerce italiano sta entrando in una fase di maturazione e consolidamento.” – Clicca qui per leggere tutto il rapporto completo –

carrelli soldi

 

D’altro canto anche i social media stanno vivendo da anni un’ascesa che sembra non avere fine, secondo una ricerca di We Are Social e Hootsuite del 2017 in Italia 31milioni di utenti usano i social network.  Alla luce di questi dati è facile capire come l’unione dei due strumenti possa essere una strategia vincente per aumentare il fatturato e in particolare quello derivante proprio dall’e-commerce.  Ma non basta pubblicare i prodotti sui profili social e non è neanche sufficiente aggiungere semplicemente i “buy buttons”, i pulsanti “acquista” che si sono visti prolificare per tutto il 2017: quello che più di tutto conta è avere una strategia chiara e definita, declinata in attività concrete all’interno di un documento chiamato “Piano Social Media per E-commerce” in genere contenuto all’interno del vero e proprio piano di Digital Marketing. Il sito web rimane il fulcro dell’attività on.line, i social e gli altri strumenti sono dei satelliti fondamentali per prendere per mano l’utente, portarlo sul sito e convertirlo all’acquisto.

Se per ogni azienda la strategia dettagliata sarà ovviamente diversa, è pur vero che ci sono alcune semplici regole universali che è bene tenere a mente:

  • più è semplice più è efficace: rendi la vita facile all’utente. Dal lato social ben vengan
    Cropped image of woman inputting card information and key on phone or laptop while shopping online.
    Cropped image of woman inputting card information and key on phone or laptop while shopping online.

    o i Buy buttons che portano l’utente direttamente a finalizzare l’acquisto, senza dover passare da fasi di registrazione lunghe e macchinose; dal lato e-commerce sì ai pulsanti di condivisione social, utili a far partire il passaparola necessario ad aumentare traffico e quindi anche possibili ulteriori acquisti;

  • analisi e monitoraggio dovranno essere il tuo pane quotidiano: i social sono in continua evoluzione così come l’e-commerce. Ogni azienda è unica e i consumatori cambiano continuamente le loro abitudini d’acquisto: per questo è importante monitorare, misurare regolarmente, incrociare i dati ottenuti e sperimentare continuamente. Solo così potrai sviluppare delle personalissime strategie che, testate ogni giorno, potranno aiutarti ad aumentare le tue vendite on-line. Come fare? Google Analytics unito al Facebook Pixel sono i tuoi nuovi migliori amici!
  • no all’autoreferenzialità: va bene pubblicare i propri prodotti, ma non eccedere. I social sono fatti per condividere e dialogare: pensa un attimo a cosa fai quando la tua casella e-mail si riempie di pubblicità…il rischio che corri è quello di essere percepito come spam perciò è importante alternare i tuoi contenuti con altri argomenti interessanti correlati alla tua attività. Suggerimenti, ispirazioni, domande incitano alla discussione ed entusiasmano, coinvolgendo i tuoi fan. I contenuti devo essere accattivanti e creativi, quindi sentiti libero di condividere video, notizie interessanti e curiosità per attirare l’attenzione dei tuoi clienti, mantenendo sempre però un occhio di riguardo all’identità della tua azienda;
  • costruisci un ponte tra i social e il sito, per rendere efficace al massimo l’integrazione è fondamentale utilizzare uno strumento che aiuti l’utente a passare dal social all’e-commerce e convertire il suo passaggio in vendita: la landing page è utile e funzionale proprio a questo, come lo sono le azioni di re-marketing utili a stimolare chi una volta selezionato il prodotto abbandona il carrello senza acquistare;
  • fai sentire importante i tuoi fan/clienti: contest, offerte, bonus e coupon sono ottimi strumenti da inserire in un piano di social network per e-commerce. A volte bastano dei semplici – ma costanti – ringraziamenti per coinvolgere i clienti e farli sentire importanti stimolando in loro il passaparola positivo.

Ma quali social media utilizzare e come si possono integrare al meglio sul tue e-commerce?

Facebook ed Instagram sono sicuramente i più indicati se hai un’attività di vendita diretta al pubblico, Twitter e LinkedIn se il tuo è un mercato prettamente B2B. Gli strumenti che social mettono a disposizione per attivare delle strategie di vendita tramite il tuo e-commerce sono molteplici e in continua evoluzione, il trend – soprattutto di FB e IG – è diventare dei marketplace veri e propri. È questa infatti la sfida lanciata da Mark Zuckerberg nell’ultimo periodo: diventare un marketplace alla stregua di Amazon!

Come si può facilmente intuire, quindi, il social e-commerce in senso stretto è in via di evoluzione; per questo è importante quindi sviluppare un piano strategico che tenga conto dei continui cambiamenti e che sia specifico per ogni social che si decide di approcciare. Il successo del tuo social e-commerce si basa sull’esperienza, sul monitoraggio e soprattutto sulla costanza: le meteore sono bellissime ed entusiasmanti, ma sono le stelle fisse che brillano in continuazione, suscitando sempre nuove emozioni.