Comune di Perugia, approvato il PEF del servizio di gestione dei rifiuti

Perugia
Perugia

NewTuscia – PERUGIA – La Giunta comunale ha approvato la proposta del Piano Economico Finanziario del servizio di gestione dei rifiuti urbani per il 2018 presentato da GEST e che verrà portato all’approvazione dell’Assemblea dei Sindaci dell’AURI.

Il piano è stato redatto tenendo conto delle deliberazioni dell’AURI, con le quali è stata determinata la tariffa di conferimento dei rifiuti per l’anno 2017 – riconoscendo al gestore solo una quota parte degli extracosti sostenuti per il blocco degli impianti di Borgogiglione e Pietramelina – e le nuove tariffe per gli impianti riferite al 2018.

Gli aumenti, che interesseranno tutti i Comuni del Perugino e del Trasimeno dell’ex ATI2, sono stati parzialmente compensati, per quanto riguarda il Comune di Perugia, con i risparmi di spesa del nuovo progetto di raccolta differenziata che verrà attuato nei prossimi mesi nella zona urbana della città.

Una parte dell’aumento è dipesa dalla necessità di incrementare il Fondo per i crediti di dubbia esigibilità, obbligatorio per garantire le morosità, che passa dai 3.340.000,00 del 2017 ai 4.450.00,00 del 2018.

Alla luce degli extracosti e delle nuove tariffe 2018, il costo del servizio, che comprende anche i conguagli riferiti all’anno precedente, passerà da 34.493.150,00 del 2017 a 37.508.687,54, oltre IVA ed il citato fondo per i crediti di dubbia esigibilità.

Pur fra le note difficoltà che hanno interessato la gestione dei rifiuti nel corso dell’ultimo anno, a fronte di un’iniziale ipotesi di aumento del costo del servizio di circa il 20%, grazie al lavoro di AURI, Comune e gestore, l’incremento del costo del servizio sarà contenuto intorno al 10%.

Con la riapertura di Pietramelina a fine 2017 e, nel corso di quest’anno, l’entrata in servizio degli impianti di Belladanza e Casone, verranno superate molte delle criticità che hanno costretto a portare i rifiuti fuori regione e questo avrà ricadute positive anche sui costi di gestione dei rifiuti.

Tutto ciò, insieme alla collaborazione dei cittadini per una maggiore e migliore raccolta differenziata, consentirà all’amministrazione comunale di lavorare per una riduzione del costo del servizio per il 2019 con effetti positivi anche sulla TARI come già avvenuto nel 2016 (meno 10%).

 GIORNO DEL RICORDO 2018/ LE INIZIATIVE IN PROGRAMMA IL 10 E 15 FEBBRAIO

In occasione del “Giorno del ricordo”, la solennità civile istituita dalla Legge n. 93 del 30 marzo 2004, con la quale ogni 10 febbraio l’Italia commemora i massacri delle foibe e l’esilio degli istriani, dei fiumani e dei dalmati dalle loro terre nel secondo dopoguerra, il Comune di Perugia, in collaborazione con la Società di Studi Fiumani, l’ANVGD e il Comitato 10 Febbraio, ha organizzato due importanti momenti celebrativi.

Il primo si terrà il giorno stesso della ricorrenza, sabato 10 febbraio p.v., alle ore 11:00 presso il Parco Vittime delle Foibe di Madonna Alta, dove verrà deposta, alla presenza delle Autorità, una corona di alloro ed eseguito il Silenzio.

Il secondo si svolgerà giovedì 15 febbraio p.v., ore 9:30, presso la Sala dei Notari di Palazzo dei Priori e consisterà in un incontro rivolto alle scuole e alla cittadinanza come momento di approfondimento e riflessione storica, introdotto da un dibattito con gli interventi di Giovanni Stelli, Franco Papetti e Raffaella Rinaldi, concluso da una rappresentazione con lettura scenica intitolata “Esilio – Memorie dal sottosuolo” su testi di Angela Ambrosini, in collaborazione con Medem, Associazione culturale, Compagnia teatrale. Nell’occasione saranno esposte opere a tema di Lorenzo Fonda.

 CONSEGNATO IL BAIOCCO D’ARGENTO AD ADELINA BONAZZI, ULTIMA DISCENDENTE DI LUIGI BONAZZI

Si è svolta questa mattina presso la sala della Vaccara di palazzo dei Priori la cerimonia per la consegna del baiocco d’argento ad Adelina Bonazzi, ultima discendente di Luigi Bonazzi, attore e storico perugino dell’800.

Il riconoscimento è stato proposto dall’Associazione perugina “Bonazzi”, di cui la signora Adelina è socia onoraria.

Adelina Bonazzi, 95 anni, vive a Torino ed è ancora molto impegnata nelle attività culturali, in particolare nel culto delle memorie della propria famiglia e della città di Perugia, alla quale è sempre rimasta legata e idealmente vicina.

Attraverso l’Associazione Bonazzi ha coltivato l’amore per la tradizione culturale ispirata alle vicende storiche antiche e recenti della nostra città, ed è intervenuta partecipando, seppure a distanza, alle iniziative promosse dalla stessa.

Il baiocco d’argento rappresenta  un ideale riconoscimento per l’amore e l’attaccamento di Adelina Bonazzi verso la città di Perugia nonché un apprezzamento per le qualità di una signora ultranovantenne ricca di doti di partecipazione civile, capace di pensare al passato, attenta al presente e al futuro della città di Perugia.

Luigi Bonazzi (Perugia, 3 marzo 1811Perugia, 2 aprile 1879) è stato uno storico e attore teatrale italiano.

Cominciò dapprima studiando medicina, insegnandola pure nelle facoltà di Ascoli e Perugia, successivamente iniziò a interessarsi alla recitazione ed al teatro più in generale esordendo come attore nel 1843 in una compagnia della sua regione che ebbe vita breve.

Senza abbandonare del tutto l’insegnamento, ove tornerà definitivamente nel 1866, continuò a lavorare con le maggiori compagnie dell’epoca, come la Lombarda di Alamanno Morelli, o la Coltellini, fino a creare una compagnia tutta sua nel 1860, insieme ad attori come Adelaide Tessero e Enrico Cappelli. Diresse per un breve periodo anche un teatro a Città di Castello.

Il suo ruolo in scena era diviso tra il generico e il caratterista, anche se divenne celebre più per la sua attività di critico e studioso di fatti storici, come dimostra la sua opera principale, Storia di Perugia dalle origini al 1860.