Servizio pediatrico nei poliambulatori della regione Lazio

di Stefano Stefanini

NewTuscia – Pediatri di libera scelta negli ambulatori aperti nel weekend: riscontro molto positivo per questa novità introdotta per la prima volta questanno grazie a un accordo con la Fimp, Federazione italiana Medici pediatri.

medicoSi è registrato un riscontro molto positivo in regione per questa novità introdotta per la prima volta quest’anno grazie a un accordo con la Fimp, Federazione italiana Medici pediatri. Oltre 1.100 le famiglie che si sono rivolte a queste strutture, e che altrimenti si sarebbero dovute per forza recare al pronto soccorso dell’ospedale pediatrico.

Il servizio pediatrico e’stato garantito in tre ambulatori di Roma.

Oltre 1.100 le famiglie che si sono rivolte a queste strutture, e che altrimenti si sarebbero dovute per forza recare al pronto soccorso dell’ospedale pediatrico. Il servizio è stato garantito in tre ambulatori di Roma: a Piazza d’Istria e nelle Case della salute Trionfale e S. Caterina delle Rose, strutture aperte dalle 10 alle 19 tutti i giorni festivi, compreso Natale, Capodanno ed Epifania. I pediatri in servizio hanno visitato 1.098 bambini.

In particolare: il picco si è avuto presso la Casa della salute S. Caterina delle Rose con 219 piccoli pazienti visitati nei giorni festivi di Natale. Complessivamente in questa struttura gli accessi da Natale all’Epifania sono stati 427. A Piazza Istria sono stati invece 386 e presso la Casa della Salute Trionfale 285.

Nuovi servizi accolti da subito con favore dai cittadini.

Questa sperimentazione avviata per la prima volta in collaborazione con i medici pediatri di libera scelta aderenti alla Fimp, dimostra come i cittadini siano molto attenti ai nuovi servizi di continuità assistenziale sul territorio. Un risultato positivo, per il quale vanno ringraziati in primo luogo i medici che hanno lavorato e la Fimp che ha accolto la proposta regionale.

Visto il successo delliniziativa è intenzione della Regione Lazio aprire un tavolo per verificare i risultati raggiunti e la possibilità di rendere il servizio strutturale.

Nella campagna elettorale regionale che si è aperta è possibile verificare concretamente e rendere il servizio pediatrico nei poliambulatori di tutte le province del Lazio?

Quanto inciderebbe in termini economici ed organizzativi l’istituzionalizzazione del servizio in tutto il territorio regionale?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci la risposta corretta per lasciare il tuo commento *