Espulsione Mazzoni dal gruppo “Un’altra storia”: botta e risposta con Lucherini

loading...
NewTuscia – MONTALTO DI CASTRO – In qualità di Capogruppo del Gruppo Consigliare di minoranza “Un’altra storia”, mi vedo oggi costrettAlessandro Lucherinio a prendere una posizione nei confronti del Consigliere Quinto Mazzoni e a determinarne l’espulsione dallo stesso.
Come ben sapete abbiamo avuto problemi sin dalla campagna elettorale, problemi che speravo si risolvessero col tempo per il bene della collettività che ci ha dato mandato e chiesto di costruire un’opposizione seria e corretta dopo il risultato che ha visto la vittoria della coalizione di Sergio Caci.
Purtroppo  il Consigliere Quinto Mazzoni non ha mai risposto alle numerose richieste di collaborazione fin da subito e , in ultimo,  ho assistito sul social fb ad un attacco e conseguente bagarre in riferimento ad un post pubblicato dall’altro  Consigliere Eleonora Sacconi.
Tali comportamenti vanno  contro il mio principio di collaborazione e rispetto per il prossimo, e li  reputo indecorosi e irrispettosi verso quei cittadini che quotidianamente chiedono risposte e soprattutto si aspettano di avere qualcuno all opposizione che garantisca e controlli che tutto venga svolto nel rispetto degli stessi.
È una scelta mio malgrado ma non ho intenzione di  accettare simili atteggiamenti che vedono il prevalere l’arroganza e  personalismo a discapito del bene comune.
È mia intenzione mettermi a disposizione di chiunque voglia intraprendere un lavoro di costruzione e non di distruzione.
Alessandro Lucherini 

In dovere di fornire spiegazioni riguardo a comunicazioni false e fuorvianti, mi ritrovo a scrivere, per smentire quanto affermato dal Signor Lucherini, Capogruppo di “Un’altra storia”, all’opposizione all’interno del Consiglio comunale, in merito alla mia uscita dal gruppo.

Nella mattina del 7 gennaio 2018, ho chiesto, infatti, allo stesso Signor Lquintno mazzoni pd montaltoucherini, la disponibilità ad un incontro, per rendergli noto, quanto deliberato all’interno del Partito Democratico, di cui sono Segretario.

Dopo aver verbalizzato, in data 06 dicembre 2017, la scelta della mia uscita, rimandata al nuovo anno, dal suddetto Gruppo consigliare, che ci vedeva uniti, ho deciso, per correttezza, di portare a conoscenza del capogruppo, quanto deliberato, prima di una comunicazione ufficiale presso gli uffici comunali preposti.

Mai avrei pensato che, il signor Lucherini, dopo aver accordato la mia scelta, avesse poi girato questa mia decisione con una sua espulsione nei miei confronti, tramite social, con motivazioni inappropriate e fuorvianti, come se questo bastasse a sentirsi la coscienza pulita, dopo mesi di opposizione silenziosa, o meglio inesistente, da parte dello stesso.

Con quale autorità tutto questo?

Neanche gli squadristi nazisti avrebbero osato tanto!

Certo è che quanto deliberato nella sede del Partito Democratico, proviene da un’attenta analisi di quanto accaduto, o meglio, purtroppo, non accaduto. Mi spiego, dopo esserci presentati alle elezioni uniti, e dopo aver tentato inutilmente di mantenere questa unione, ci sembrava doveroso non prendersi gioco di tutti i cittadini che hanno riposto fiducia in qualcosa che è crollato.

Purtroppo, il Candidato Sindaco che ha guidato le elezioni, nonché capogruppo della lista unificata in sede di Consiglio comunale, non ha mai coordinato il gruppo, con riunioni, incontri e condivisioni di progetti ed idee. Ora mi sembra anche ridicolo, che chi non è riuscito a coordinare e nel contempo a fare opposizione, dato che ad oggi, nessun comunicato, intervento o articolo in merito all’attività dell’amministrazione comunale, è uscito da giugno a questa parte, da lui firmato, possa addossarmi colpe in merito alla fine della mia collaborazione, soprattutto dopo esserci promessi una futura collaborazione appena si fosse presentata nuovamente l’opportunità.

Contrariamente a quanto non ha fatto lei, Signor Lucherini, in questi sei mesi io ho continuato a fare politica, provvedendo ad informare tutti i cittadini, su quanto svolto, tramite articoli giornalistici, comunicati e manifesti.

A questo punto, signor Lucherini, scusi tanto il mio pensiero, ma di solito questi atteggiamenti sono seguiti da salti della quaglia clamorosi, d’altronde, dopo sette mesi di opposizione ed un unico comunicato, proprio contro me stesso, Segretario del Partito Democratico, forse stai pensando di passare dalla parte che durante le ultime elezioni hai cercato di contrastare e sconfiggere?

Se hai ancora una dignità ti consiglio di non farlo, non distruggere la tua persona di fronte a quanti hanno riposto fiducia in un cambiamento.

Da questo momento in poi, eviterò di farmi risucchiare nel vortice di polemiche sterili, manovrate da chissà chi. Il mio tempo continuerà ad essere investito in ciò che è necessario per fare una buona e sana opposizione, motivo per cui sono stato eletto.

Sempre più fiero di fare una politica corretta e coerente!

Quinto Mazzoni
Consigliere Comunale

 

 

 

loading...