Touring club italiano di Viterbo: tutte le attività del 2017

Vincenzo Ceniti
Vincenzo Ceniti

NewTuscia – VITERBO – Il Touring Club Italiano (260.000 soci) è una libera associazione nazionale autofinanziata, senza scopo di lucro, fondata nel 1894 da un gruppo di imprenditori lombardi – tra cui Vittorio Bertarelli e Federico Johnson – per far conoscere l’Italia soprattutto agli italiani, tutelare il paesaggio e le opere d’arte,  favorire forme di turismo rispettose della natura e dei luoghi ed offrire ai soci una rete di contatti e una serie di servizi per conoscere e scoprire il Belpaese.

A Viterbo il Touring Club è rappresentato dal 2003 dal console Vincenzo Ceniti che si avvale del sostegno di un gruppo di soci coordinato da Rosetta Virtuoso. Collaboratrice informatica Elisabetta Gnignera

ATTIVITA’ 2017

Pomeriggi Touring. Ciclo di cinque conferenze su “Riforma e Controriforma”

La IX edizione si è svolta nella consueta sede della Fondazione Carivit a Viterbo – con appuntamenti mensili da Gennaio a Maggio – sul tema “Riforma e Controriforma”. Relazioni di Settimio La Porta (27 Gennaio, La Riforma luterana: origini sviluppo, conseguenze), Antonio Rocca e Felicita Menghini (24 Febbraio, Da Egidio Antonini a Reginald Pole, la particolarità della proposta viterbese), Barbara Aniello (31 Marzo, Tra rigore e sperimentazione: l’iconografia musicale nella Controriforma), Marco Zappa (28 Aprile, L’arte della Controriforma: il ruolo degli artisti nella nuova concezione devozionale della Chiesa cattolica), mons. Lino Fumagalli, vescovo di Viterbo (26 Maggio, Luterani e cattolici: un dialogo mancato). L’iniziativa si è avvalsa del patrocinio della Fondazione Carivit e della  collaborazione della Fidapa.

 

Preparazione della mostra “Vanni ritrovato”

In seguito alle sollecitazioni rivolte dal sindaco di Viterbo Leonardo Michelini, per progettare una mostra sull’artista viterbese Pietro Vanni (1845-1905), il Consolato  insieme all’Associazione culturale Opus laudat artificem ha avviato un prima ricognizione delle opere sistemate in vari ambienti pubblici, privati ed ecclesiastici. Hanno offerto in questa fase contributi preziosi l’esperto d’arte Mauro De Santis, l’operatrice culturale Valentina Berneschi, la ND  Giovanna Guidi Ciarpaglini (proprietaria della Villa Calabresi-Vanni a Viterbo), l’artista Marco Zappa (presidente dell’Associazione Opus laudat artificem) e Vincenzo Ceniti , console di Viterbo.  La sede della mostra, d’intesa col sindaco, è stata individuata nel Palazzo dei Priori di Viterbo dove poter esporre anche la gigantesca tela-capolavoro di Vanni “ I funerali di Raffaello” (6 metri x 3), che la direzione dei Musei Vaticani, dove si trova, è disposta a concedere.

 

Guida Touring “Meraviglie sotterranee”

Il 18 febbraio è stata presentata a Viterbo nella singolare sala conferenze di “Viterbo sotterranea” gestita da Sergio Cesarini  la guida Touring dal titolo”Meraviglie sotterranee” (curata  da Giovanni Caprara ed Elena Bauer). Commenti del geologo Giuseppe Pagano. E’ stata l’occasione per ascoltare alcuni suoni registrati da “EMusic Team” che riflettono la reale struttura geologica locale.

 

Centro di Studi sul Teatro Medioevale e Rinascimentale                                                                          Il Consolato ha partecipato attivamente alla rifondazione del Centro di Studi sul Teatro Medioevale e Rinascimentale istituito a Viterbo nel lontano 1975 grazie ad una intuizione di Rino Galli. Il console Vincenzo Ceniti, in collaborazione con lo stesso Galli ed altri intellettuali del posto, ha animato un incontro (17 giugno), alla presenza del fondatore Federico Doglio, che si è svolto nella sede del Centro Diocesano di Documentazione (Cedido) guidato dal Direttore scientifico Luciano Osbat che si è dichiarato disponibile a sostenere l’iniziativa ed ospitarla negli ambienti del Cedido.  Nell’ambito del Festival “Ombre” – promosso dall’Associazione culturale “Mariano Romiti”-  si è a lungo parlato di questo revival culturale in un “Salotto” coordinato da Vincenzo Ceniti il 10 luglio con la partecipazione dello stesso Osbat e del Direttore artistico di “Egidio 17” Antonio Rocca.

 

Festival “Ombre”

In collaborazione con l’Associazione culturale “Egidio 17” (costituitasi per celebrare i 500 anni della Riforma luterana) si è tenuta il 12 luglio a Viterbo nell’ambito del Festival  “Ombre” la presentazione del progetto dell’artista Marco Zappa riguardante la realizzazione di una grande tela sul “Giudizio finale” nella chiesa a Viterbo dell’ex Tribunale. Ha condotto l’intervista  il console Vincenzo Ceniti.

 

Concerto per i Reali Fuochi di Artificio di Haendel

Serata memorabile quella del 13 luglio, davanti ad un folto pubblico, nel magico scenario del Bulicame alle porte di Viterbo, dove sgorga una sorgente ipertermale più volte citata da Dante nell’Inferno. Il Consolato ha sostenuto con grande determinazione l’esecuzione di due partiture di G. F. Handel (“Musica sull’acqua” e “Musica per i reali fuochi di artificio) che si sono conclusi con uno spettacolo pirotecnico come avvenne il giorno della prima esecuzione a Londra. Il concerto è stato eseguito dall’Orchestra “Aetruria Ensemble” diretta di Fabrizio Bastianini. Decisivo l’apporto finanziario ed organizzativo del Comune di Viterbo (soprattutto del vice sindaco Luisa Ciambella) e dell’Associazione musicale “XXI Secolo” presieduta da Giuliano Nisi.

 

Tribune “Macchina di Santa Rosa”. Sconto soci Touring

Per il secondo anno è stato siglato ha siglato un accordo con la società costruttrice delle tribune per il Trasporto “Macchina di Santa Rosa” a Viterbo  il 3 settembre in base a cui è’ stato riconosciuto ai soci Touring uno sconto del 10% sul prezzo del biglietto.

 

Premio “Fausto Ricci”, Concorso di Voci Liriche

Si deve al Consolato di Viterbo il recupero della memoria storica del baritono Viterbese Fausto Ricci (1892-1964) che negli anni Venti-Trenta del secolo scorso si esibì in numerosi teatri non solo italiani ma anche dell’America Latina”, tra cui il Colon di Buenos Aires “. Voce di Dio” venne definita in Germania dove Fausto Ricci ottenne grandi successi. Questo interesse per il grande cantante viterbese ha favorito nel 2012 per interessamento del Touring un convegno e la posa in opera di una targa che lo ricorda nella via a lui dedicata. Sulla scorta di questo ricordo, l’Associazione musicale “XXI secolo” guidata da Giuliano Nisi, con la direzione artistica di Fabrizio Bastianini, il contributo del Comune di Viterbo e di un folto team di sponsor, nonché il  sostegno morale del Touring, ha indetto nel 2013 il “Premio Fausto Ricci – Concorso di voci liriche” la cui recente edizione del 6-8 Ottobre ha visto la partecipazione di una trentina di artisti di numerose parti del mondo (soprano, contralto, baritono e basso) che si sono cimentati davanti ad una giuria altamente qualificata, presieduta da Desirèe Rancatore e composta da Salvatore Cordella, Romualdo Savastano, Barbara Aniello, Maria Chiara Camponeschi e Boris Ignatov.  Il primo Premio “Comune di Viterbo” è andato al contralto Adelaide Minnone di Palermo.

 

Convegno su temi interreligiosi “Le vie del dialogo”

Tavola rotonda di chiusura dell’Anno Luterano promosso dall’Associazione “Egidio 17” e dal  Touring Club, in collaborazione con Terra Cotta srl, che ha visto in questi ultimi tre anni una serie di conferenze e  manifestazioni per ricordare il quinto centenario dello Scisma. L’incontro, sul tema “Le vie del dialogo”, si è tenuto il 28 ottobre a Viterbo nella chiesa dell’ex Tribunale con la partecipazione di Nicolò D’Angelo (Prefetto di Viterbo), Lino Fumagalli (Vescovo della Diocesi di Viterbo), Brian Farrell (Segretario del Pontificio Consiglio per la Promozione dell’Unità dei Cristiani), Roberta Monni (Dirigente della Prefettura di Viterbo referente  per il dialogo interreligioso), Antonio Rocca (Direttore artistico di “Egidio 17” ), e Raffaele Luise (Presidente Ucsi Lazio). Ha coordinato i lavori Luciano Osbat Direttore scientifico del Cedido (Centro Diocesano di Documentazione).

 

“Il Giudizio finale”

Il Consolato ha sostenuto con notevole impegno  la realizzazione da parte dell’artista Marco Zappa, docente alla Nuova Accademia di Belle Arti di Milano, di una grande tela (circa 130 mq) su “Il Giudizio finale” che verrà sistemata entro il 2018 nella chiesa dell’ex Tribunale di Viterbo. Il 28 ottobre, al termine della Tavola rotonda sul tema “Le vie del dialogo” è stata scoperta la prima parte dell’opera consistente nella lunetta sovrastante la parete dell’altare maggiore.

 

The King’s School, Canterbury

Nell’ambito delle celebrazioni per il VI Centenario della Madonna della Quercia e dell’Anno Santo speciale per la Diocesi di Viterbo, il Consolato ha favorito  nel Santuario omonimo l’esecuzione del  “Vespro della Beata Vergine” di Claudio Monteverdi con l’Orchestra e il Coro “The King’s School, Canterbury”, diretti da Will Bersey. Il concerto ha visto l’attiva collaborazione del Comune di Viterbo, della Parrocchia di Santa Maria della Quercia e della Pro-Loco di Viterbo.

 

Madonna all’Opera

E’ il tema della quinta edizione dell’”Omaggio alla Vergine” organizzato a Viterbo ogni anno dal 2013 dal Consolato Touring nella Chiesa di Santa Maria della Verità. Negli anni precedenti si è parlato di Maria nell’arte, nella musica antica, nella poesia, nella letteratura, nel folclore. Quest’anno si sono eseguite romanze liriche e cantate sacra dedicate alla Madonna con Ferdinando Bastianini (organo), Nicoletta Zappa (soprano) don Giosy (cantautore), Anita De Santis (soprano) e la “Corale San Giovanni di Bagnaia” diretta da Loredana Serafini. Commenti musicali di Barbara Aniello, docente alla Gregoriana di Roma. In collaborazione con la Parrocchia di Santa Maria della Verità di Viterbo. Patrocinio Comune di Viterbo e della Fondazione Carivit. Contributo della Fondazione Carivit.

Vincenzo Ceniti
Console Viterbo Touring Club, dicembre 2017