Massimiliano Bernini (M5S): “Crisi occupazionale nella Tuscia. Quali rimedi?”

NewTuscia – VITERBO –  “La crisi industriale ha colpito duramente il territorio della Tuscia in termini di perdite occupazionali, per questo ho presentato un’interrogazione al Ministro del lavoro per capire quali strategie politiche siano possibili per porre rimedio alla grave emorragia in atto”.
massimiliano-berniniLo rende noto il portavoce 5Stelle Massimiliano Bernini, che spiega: “Lo scorso mercoledì 22 novembre, la maggioranza ha affossato, rinviandola in commissione, la proposta di legge che avrebbe ripristinato l’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori”, stravolto dal “Jobs Act”. 
Il M5S si è opposto fermamente al rinvio in commissione ed ha presentato vari emendamenti uno dei quali se approvato, avrebbe permesso di ristabilire l’articolo 18 originario. Per quanto mi riguarda, ho depositato un ordine del giorno che avrebbe impegnato il governo a fronteggiare la grave crisi occupazionale delle provincie di Rieti e Viterbo, in modo particolare quelle riguardanti le aziende Maico, Edilgori, Simply, Essebicci, Dico-TuoDì, Gala Tech e Solsonica; a causa del rinvio della discussione, ho riproposto l’atto in forma di interrogazione. 
Con l’interrogazione presentata – conclude il parlamentare – sollecito il Ministro del lavoro affinché intraprenda con il coinvolgimento delle amministrazioni locali, delle rappresentanze di categoria e sindacali, la riapertura di tavoli di vertenza nazionali, per offrire risposte organiche alle aree industriali depresse come quelle di Viterbo e Rieti, al fine di scongiurare i licenziamenti e tutelare i livelli occupazionali nel rispetto del diritto dei lavoratori e del benessere delle aziende coinvolte.
La visita del Ministro Poletti a Grotte Santo Stefano potrebbe essere l’occasione anche per affrontare proprio le problematiche sovraesposte.
Cittadino Portavoce Movimento 5 Stelle
Deputato Massimiliano Bernini
Commissione XIIIa – Agricoltura Camera dei Deputati