Ronciglione, Cubo Cine Festival rende omaggio al cinema

liza3cNewTuscia – RONCIGLIONE – Nel bellissimo centro storico di Ronciglione l’organizzazione del festival: al Teatro Petrolini (280 posti), alla Sala del Collegio (100 posti) e nella ex chiesa di San Costanzo (150 posti) realizza tre vere e proprie sale cinematografiche. In quei giorni il Cubo Cine Festival propone ai numerosi e sempre crescenti spettatori i film usciti nell’anno in corso e i grandi capolavori del passato. Proiezioni, conferenze, dibattiti e corsi gratuiti. Oltre al cinema il festival omaggia l’audiovisivo e tutto quello che ruota intorno. Il festival inoltre dal 6 al 10 dicembre assegnerà una serie di premi a chi si è distinto nel 2017 nell’audiovisivo: Premio miglior film; Premio miglior regia, Premio miglior attore, Premio miglior attrice, Premio miglior attore emergente, Premio all’opera prima, Premio alla sceneggiatura, Premio alla fotografia, Premio alla carriera maschile, Premio alla carriera femminile, Premio alla fiction televisiva, Premio miglior attore di fiction, Premio miglior cortometraggio. I vincitori saranno selezionati da una giuria composta da importanti personaggi del cinema italiano. Il premio è riservato esclusivamente al cinema e l’audiovisivo italiano.
Il festival coinvolgerà anche le scuole di ogni ordine e grado del territorio con proiezioni al Teatro Petrolini e nelle scuole. Gli eventi nelle scuole saranno realizzati grazie al sostegno dell’Unicoop e della UnipolSai sponsor storici del festival. La direzione artistica del Cubo Cine Festival è affidata ad un noto professionista del cinema Antonio De Feo. Ha un’esperienza di trent’anni nel settore cinematografico e televisivo ricoprendo i seguenti ruoli: aiuto regista per più di 15 anni, direttore di produzione, organizzatore generale, produttore esecutivo e regista di prima e seconda unita per produzioni e registi di primaria importanza del panorama cinematografico e televisivo italiano.
liza3c_2CLAUDIO RISI E I RAGAZZI DELLA 3C
Trentennale della serie
Il 7 dicembre ore 19.00, nella Sala San Costanzo di Ronciglione
Intervengono: Claudio Risi e i protagonisti della fortunata serie fra cui la nostra Elisabetta LUPETTI, attrice da tempo residente nella Tuscia, in Maremma per l’esattezza.
A trentanni dalla uscita della famosa serie televisiva degli anni 80, una delle più premiate della storia della televisione il festival organizza una reunion con il regista e una parte del cast della serie.
I ragazzi della 3ª C è una serie televisiva italiana, trasmessa da Italia 1 a partire dal 13 gennaio 1987. La serie tv, ambientata nell’Italia degli anni ottanta, racconta le vicende di una classe dell’immaginario liceo “Giacomo Leopardi” di Roma. È durata tre stagioni, per un totale di 33 episodi, trasmessi dal 1987 al 1989 su Italia 1.
Oltre ai componenti della classe, la serie è animata da altri personaggi di contorno. Enrico “Chicco” Lazzaretti – Bruno Sacchi – Massimo Conti – Sharon Zampetti – Daniele Rutelli – Rossella Schnell – Benedetta Valentini – Elias e Tisini – In particolare dalla Tuscia la nostra Elisabetta Lupetti, che nella famosa fiction era “La Pantera di Empoli” negli episodi dedicati al derby scolastico dove, insieme all’amico di sempre Enio Drovandi “Totip”, il simpatico barista, aveva il compito di distrarre i giocatori avversari, sarà anche lei ospite presente a Ronciglione per rievocare momenti della gioventù di molti di noi.