Cotral: sistematica violazione dell ‘art. 7 dello Statuto dei lavoratori?

cotralNewTuscia – VITERBO – In Cotral esiste un modo di emarginare i sindacati cosiddetti  “scomodi”  e non allineati alle grazie del potere del l’attuale  management aziendale. Questa modalità,  applicata alla organizzazione sindacale Cambia Menti m 410, consiste nel mancato riconoscimento dello stesso Sindacato,  nonostante abbia centinaia di deleghe attive ed anche  nel disattendere, a nostro avviso quello che è scritto nell’art. 7 dello Statuto dei lavoratori in tema di assistenza del rappresentante sindacale nei procedimento disciplinare a carico dei lavoratori.

Più di una volta è stato impedito al rappresentante della organizzazione sindacale di Cambia Menti m 410 di assistere i propri iscritti nei procedimenti ascritti. Con tanto di verbale scritto di diniego motivato dal non riconoscimento della sigla. Chiediamo in primis ad Enrico Panunzi che è Presidente della commissione  trasporti della Regione Lazio che è socio unico di Cotral cosa pensi di questo fatto. Siamo sicuri che per la sua  indiscussa cultura democratica e pluralista  non possa essere che d accordo con noi, quando si tratta di garanzia di partecipazione dei lavoratori, tesa anche alla normalizzazione dei potenziali conflitti sociali.

Pier Giuseppe Polo direttivo cambiamenti m 410 Viterbo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *