Proiettato alla Provincia di Viterbo il documentario “Alla ricerca delle radici del male”

A sinistra il regista MoscatijpgNewTuscia – VITERBO – Alla sala conferenze della Provincia di Viterbo è stato proiettato il 27 novembre il documentario Alla ricerca delle radici del male di Israel Cesare Moscati. L’evento, organizzato da Semi di Pace, in collaborazione con RAI Cinema e Clipper Media, ha visto la partecipazione di circa 130 studenti del liceo delle scienze umane e liceo magistrale “Santa Rosa” da Viterbo. Presenti il regista, il presidente della Provincia di Viterbo Pietro Nocchi e gli insegnanti delle classi coinvolte. Ampio spazio è stato dedicato alle attività dell’associazione e al Memoriale della Shoah di Tarquinia “Labirinto della Memoria”. Dopo la proiezione, è stato aperto un dibattito sui temi affrontati e gli studenti hanno potuto rivolgere le loro domande direttamente a Moscati.

«L’iniziativa fa seguito alla visita di Moscati al Labirinto della Memoria. – spiega la onlus di Tarquinia – È stato un momento intenso, anche grazie agli studenti che hanno dimostrato grande interesse all’argomento. Un ringraziamento va al presidente Nocchi che ha concesso la sala conferenze e ha voluto partecipare portando il saluto della Provincia».

Alla ricerca delle radici del male racconta storie di donne e di uomini della Shoah che hanno subìto il male più atroce, assoluto, attraverso le voci dei figli dei nipoti, vittime anch’essi del dolore. Accanto a loro, altre storie, apparentemente contrapposte. Quelle dei figli e dei nipoti dei carnefici, dei nazisti, che quelle donne e quegli uomini hanno massacrato. A fare da sfondo alcuni luoghi simbolo della dolorosa memoria del Novecento: dal campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau, al campo di concentramento di Plazow, alla pace del bosco di Niepolomice, in Polonia, tutti silenti testimoni del massacro. Il “Binario 21” di Milano, da cui partiva il treno dei deportati e le Fosse Ardeatine a Roma, simbolo della Resistenza al nazi-fascismo.