Montalto di Castro, nasce l’associazione ambientalista “Upupa”

loading...

NewTuscia – MONTALTO DI CASTRO – Per volontà di alcuni cittadini particolarmente sensibili ed attenti agli aspetti ambientali e naturalistici del territorio, nei giorni scorsi, a Montalto di Castro, si è ufficialmente costituita l’associazione ambientalista “Upupa”.

ImmagineLo scopo dell’associazione è quello di svolgere attività ed interventi finalizzati alla salvaguardia ed al miglioramento delle condizioni dell’ambiente, nonché all’accorta utilizzazione delle risorse naturali del territorio, interventi di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale, del paesaggio, e la rivalutazione di beni pubblici inutilizzati.

L’associazione Upupa non vuole essere una delle tante realtà “contro qualcosa” che troppo spesso caratterizzano questo tipo di unioni. Vuole essere una entità propositiva che svolga la sua attività in senso costruttivo interagendo positivamente con le Istituzioni, le altre associazioni e la società civile tutta, nell’interesse dell’ecosistema e quindi della salute e della qualità della vita di tutti i cittadini. Troppo spesso l’ambiente in cui viviamo, con tutte le sue bellezze e le sue ricchezze, viene dato per scontato dimenticando gli innumerevoli attacchi quotidianamente operati dell’attività dell’uomo ai danni della natura e del territorio. Dobbiamo imparare a considerare le ricchezze naturali come valori da tutelare e valorizzare e non semplicemente come risorse da sfruttare.

La Nostra associazione si propone di aumentare la sensibilità dell’opinione pubblica e delle Istituzioni tutte, nei riguardi di queste delicate ed importanti tematiche, convinti che anche lo sviluppo economico e sociale di una comunità passi attraverso la valorizzazione del territorio e non per il tramite del suo sistematico e distruttivo sfruttamento.

Siamo sicuri che troveremo, e garantiremo a nostra volta, la fattiva collaborazione di tutte le realtà già attive nell’ambito del volontariato consapevoli della reciproca comunanza di intenti e mossi, anche noi, dalla voglia di fare “qualcosa di buono”.

 

Il Presidente

Matteo Carmignani