Bitcoin, una scommessa per il futuro

NewTuscia – Le criptovalute sono oggi una delle più interessanti opportunità di investimento. I bitcoin in testa a tutte, ma anche le altre monete virtuali, come ad esempio Monero, Ethereum o Ripple, sono particolarmente ambite e consentono di guadagnare cifre significative in tempi molto brevi. Che si investa con la compravendita di valute o tramite il trading online con i CFD poco importa: la volatilità del mercato delle criptovalute sta spostando ampie cifre di capitale, permettendo ad alcuni fortunati di arricchirsi.

La storia delle criptovalutebitcoin
Oggi le monete virtuali sono molte, ma la prima è bitcoin, nata nel 2009 ad opera di tale Satoshi Nakamoto, pseudonimo dietro a cui si nasconde un singolo “inventore”, o forse una società o un gruppo di persone, questo ad oggi non ci è dato sapere. Costui ha dato vita ad un concetto rivoluzionario, usando in modo intelligente ciò che già era disponibile, ossia internet e la crittografia. Bitcoin si basa su una rete peer-to-peer, costituita dall’hardware degli utenti della rete stessa, la maggior parte dei quali possiedono dei bitcoin. Tramite questo metodo la moneta viene gestita, usata, spostata, mantenendo sempre il polso della situazione e la totale tracciabilità di ogni singola transazione. Il sistema crittografico utilizzato per Bitcoin non solo garantisce al protocollo di funzionare, ma consente anche di fare in modo che questa moneta sia del tutto sicura, priva di rischio di frodi o raggiri. In ogni caso è una valuta e come tutte le altre ha un valore e nel mondo ne esiste una quantità prefissata, che il sistema conosce, e sa anche chi possiede ogni singola moneta. Contemporaneamente i bitcoin sono altro rispetto ad ogni altra moneta circolante, in quanto non sono gestiti e regolati da una banca centrale, o comunque da un organismo centralizzato; inoltre solo le leggi di mercato stabiliscono quanto vale un bitcoin. Se il mercato, come negli ultimi anni, si mostra propenso ad acquistare bitcoin, allora il loro valore continuerà a crescere.

Come investire in bitcoin
Per investire in bitcoin si possono sfruttare diversi metodi. Il più classico è la compravendita, proprio come avviene ogni giorno con tantissime valute mondiali. La problematica correlata a questa attività sta nel valore di un singolo bitcoin, che ad oggi ha superato di gran lunga i 5.000 dollari. Per altre criptovalute la situazione è leggermente meno complicata, gli Ethereum ad esempi valgono circa 300 dollari, mentre XRP, la moneta di Ripple, vale circa 20 centesimi di dollaro. Molti investitori piuttosto che acquistare le singole monete ritengono più redditizio operare nel mondo del trading online, sfruttando i CFD o altri prodotti finanziari derivati. Questo consente loro di speculare sulle criptovalute senza esporsi per cifre eccessivamente elevate, pur beneficiando dell’andamento di mercato di questi “prodotti”. Inoltre i CFD possono beneficiare della leva finanziaria, consentendo di ottenere guadagni elevati anche con un investimento effettivo di poche centinaia di euro. Chi non ha dimestichezza in questo tipo di strumenti però ha spesso difficoltà a comprendere come avvengono questo tipo di transazioni, quindi rimane ad oggi totalmente estraneo ai guadagni con il trading online.