Almaviva, Valente: piano ricollocazione sia garantito anche a mamme romane trasferite in Calabria

lucia valenteNewTuscia – ROMA – “La Regione Lazio è vicina alle mamme lavoratrici di Almaviva che da Roma sono state trasferite a Rende, in Calabria. Sono 43 dipendenti che non erano state licenziate a dicembre scorso insieme ai loro colleghi proprio perché in maternità. E’ chiaro, ora, che saranno costrette a dimettersi per l’impossibilità di conciliare le esigenze familiari con il lavoro.

Come Assessorato al lavoro riteniamo necessario tutelare queste lavoratrici; per questo abbiamo aperto un’interlocuzione con il Ministero del Lavoro e l’Anpal per chiedere che anche alle mamme sia garantito lo stesso percorso di politiche attive a cui stanno partecipando le colleghe e i colleghi licenziati lo scorso anno”.

Così in una nota Lucia Valente, assessore regionale al Lavoro, Pari opportunità e Personale.