Perugia, notizie del consiglio

I COMMISSIONE CONSILIARE AFFARI ISTITUZIONALI/DOMANI MERCOLEDI’ 25 OTTOBRE ALLE 10,30 LA SEDUTA

comune perugiaNewTuscia – PERUGIA – La I Commissione Consiliare Permanente Affari Istituzionali si riunirà domani mercoledì 25 ottobre,  alle ore 9,30 in prima convocazione e alle ore 10,30 in seconda convocazione, per trattare il seguente o.d.g.:

1)Proposta di delibera presentata dal consigliere Camicia su: Modifica dello Statuto comunale art. 8: presa d’atto del parere di regolarità tecnica.

2) Proposta  di delibera presentata dal consigliere Camicia su: modifica del Regolamento criteri e modalità per la concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi e ausili finanziari, in merito all’art. 22 riguardo al Patrocinio del Comune di Perugia.

3) Proposta di modifica presentata dal Cons. Camicia su: proposta di abrogazione del Regolamento di Igiene del Comune di Perugia. Comunicazione.

4) Adeguamento del Regolamento Edilizio comunale in recepimento della L.R. 1/2015 e relativo R.R. 2/2015 recante norme regolamentari attuative della medesima legge.

SI E’ CONCLUSO IL CICLO DI LEZIONI DELL’UNIVERSITA’ ALLA SALA DEI NOTARI/ IL PRESIDENTE VARASANO: “I RAGAZZI VIVANO LA CITTA’ E L’ATENEO CON IMPEGNO”

Nell’ambito delle iniziative finalizzate a favorire la rinascita del centro storico di Perugia, nelle giornate di venerdì 20 ottobre, lunedì 23 ottobre ed oggi, martedì 24 ottobre, alcune lezioni del corso di laurea in Filosofia e scienze e tecniche psicologiche si sono svolte nella suggestiva cornice della sala dei Notari di palazzo dei Priori, trasformatasi per l’occasione in prestigiosa aula universitaria.

L’iniziativa è in collaborazione tra Comune di Perugia e Università degli Studi a suggello dello stretto rapporto che lega le due Istituzioni.

Oggi l’evento ha raggiunto il suo momento-clou, con l’incontro tra gli studenti che frequentano il primo anno, il Rettore Moriconi ed il Presidente del Consiglio Comunale Leonardo Varasano.

Nel portare i saluti del sindaco e dell’intera Amministrazione comunale, Varasano ha rivolto alle “matricole” il benvenuto della città; una città – ha tenuto a precisare in avvio – che è un tutt’uno con la sua università.

Varasano ha invitato tutti gli studenti, in particolare quelli provenienti da altre città, a sentirsi a casa propria; d’altronde era proprio questo il significativo precipuo dell’iniziativa di tenere alcune lezioni dell’Ateneo a palazzo dei Priori, nella sala dei Notari, ossia nel cuore simbolico e sostanziale di Perugia in uno dei palazzi comunali più grandi d’Europa.

“L’invito che rivolgo ai giovani – sottolinea il Presidente – è di vivere la città e l’ateneo con impegno e con la consapevolezza di far parte di un’università tra le più antiche e prestigiose d’Italia in una città che non a caso fu definita da Indro Montanelli la “Oxford italiana”.

In chiusura Varasano ha augurato ai ragazzi presenti un buon lavoro e buon studio confermando la stretta e sempre più proficua collaborazione tra Comune di Perugia ed Università degli studi.

IV COMMISSIONE CONSILIARE CULTURA/APPROVATO L’ODG DI CAMICIA SULLA GESTIONE DEI CAMPI DA RUGBY E BASEBALL

La IV Commissione Consiliare Permanente Cultura, presieduta da Michelangelo Felicioni, ha approvato, con 5 voti a favore (Camicia ed opposizione) e 4 contrari (maggioranza) l’Ordine del giorno presentato dal consigliere Camicia su: Gestione campi da Rugby e baseball situati a Pian di Massiano e di proprietà del Comune di Perugia.

Nel documento Camicia riferisce che le due società di Rugby, che utilizzano il campo, la  Rugby Perugia Senior Asd e la Rugby Perugia Junior, non comunicando più tra di loro tra di loro, creano disagi a tutti gli atleti ed in particolare modo ai ragazzi;

Per risolvere questa situazione, nel dispositivo l’istante ha chiesto:

-di evitare, momentaneamente, di indire un’assegnazione definitiva dei due campi sportivi di rugby e di baseball situati a Pian di Massiano;

-nel caso in cui le parti non trovino un ragionevole accordo di convivenza, di affidare la gestione degli impianti sportivi menzionati agli uffici comunali che, ascoltati gli interessati, programmeranno con equità gli spazi degli impianti stessi.

I rappresentanti della società di baseball (Larosa e Bachiorri) oltre al presidente della Fibs Bezilli hanno fatto notare un’incongruenza tra la convenzione relativa all’utilizzo del campo da baseball e quella relativa all’utilizzo del velodromo: nella seconda si parla di uso riservato ad una disciplina specifica (il ciclismo), mentre per l’impianto da baseball tale esclusività non vi è. Hanno dunque chiesto di inserire nella convenzione la dizione, al fine di evitare che il campo da baseball venga utilizzato anche per sport diversi stante la tipicità dell’impianto. Bonini e Montecchi del Cus Perugia Softball hanno chiesto di avere delucidazioni su chi sarà il referente per la gestione del campo da baseball; nel contempo hanno manifestato la loro disponibilità a collaborare col gestore.

Presente all’incontro per il Rugby junior il presidente Baldinelli, il quale, rispetto all’ultima audizione in V commissione, ha riferito di aver ricevuto dal Rugby Perugia una bozza di accordo che prevede la concessione alla sua società dell’utilizzo per il minirugby del campo da baseball. L’intenzione del Rugby junior è di accettare la proposta perché il campo in menzione, pur non essendo la prima scelta, è comunque adatto per il minirugby.

Il rugby junior ha altresì inviato alla società gestrice il planning degli allenamenti; l’auspicio è che venga accolto visto che si è osservata massima attenzione onde evitare sovrapposizioni.

La dott.ssa Moretti ha chiarito che non risulta agli uffici che sia mai stata inserita la dicitura relativa alla specificità per ciò che concerne il campo da baseball. Cosa diversa è il velodromo, struttura che presenta proprie peculiarità.

In ogni caso la dirigente ha confermato la sua disponibilità a convocare una riunione con le due società di rugby per cercare di trovare una soluzione soddisfacente per entrambe.

Pietrelli ha segnalato che nella determina di assegnazione della gestione degli impianti da rugby-baseball del 2015 si faceva cenno al concetto della specificità. Il consigliere ha espresso rammarico per il fatto che in Umbria, ed a Perugia in particolare, non siano presenti stadi di atletica in grado di ospitare gare internazionali.

Giaffreda ha fatto rilevare che nel caso di specie vi sono tre società per due impianti. E’ evidente che ciascuna di esse tiene a che sia garantita la specificità dell’impianto che vuole usare; tuttavia ciò è impossibile perché occorre consentire a tutti i ragazzi di allenarsi. Dunque il consigliere ha rivolto un invito all’Amministrazione affinché prenda in mano la situazione e dirima le questioni in essere.

Camicia in replica ha evidenziato che ormai da decenni manca a Perugia chi governi e formuli le linee di indirizzo politiche, visto che non può essere il dirigente a farlo.

Stante questa carenza ha invitato, quindi, la commissione a votare il suo atto affinché un indirizzo agli uffici venga formalizzato. Camicia ha chiesto all’Amministrazione di tornare ad investire su pian di Massiano ed agli uffici di procedere ad una riorganizzazione degli impianti per raggiungere una maggiore equità.

PROGETTI DI NUOVA VIABILITA’ A MADONNA ALTA/ NOTA STAMPA DEL CONSIGLIERE PD TOMMASO BORI

“Apprendiamo, come sempre a mezzo stampa e non nelle sedi preposte, che la Giunta Comunale ha rivisto il progetto di nuova viabilità ufficialmente presentato dall’assessore Calabrese a Madonna Alta e bocciato dai cittadini presenti in pubblica assemblea. Si avvia ora alla realizzazione di una nuova rotatoria, finanziata per metà dalla Regione, che porterà alla scomparsa dell’impianto semaforico di Madonna Alta in direzione Fontivegge, da collocare fra l’intersezione con il raccordo autostradale Perugia-Bettolle e la sede della Guardia di Finanza.

E’ questo un progetto che si discosta notevolmente dall’idea iniziale della Giunta che tanto aveva preoccupato residenti e cittadini perché andava finanche a eliminare un’area verde molto frequentata e sconvolgeva totalmente, in modo approssimativo, la viabilità di un quartiere così popoloso.

Valuteremo in sede di commissione la bontà del nuovo intervento proposto, ne giudicheremo il rispetto del quartiere, l’utilità stringente e il concreto impatto sulla viabilità. Ad oggi non solo non ci sembra risolutivo, ma temiamo vada ad appesantire ulteriormente una situazione già critica direzionando il traffico, per esempio, con divieti e sensi unici su percorsi a senso unico.

Al contrario, cogliamo l’occasione per ribadire come l’attenzione vada tenuta ferma su un altro intervento urgente: va riconosciuta la priorità alla necessità di realizzare quanto prima la rotatoria già prevista all’incrocio tra via Settevalli, via Baracca e via Tuzi (nei pressi della sede dell’Unicredit) che, oltre ad eliminare un impianto semaforico su cui la Giunta Romizi ha piazzato il T-Red, snellirebbe un punto di snodo che sopporta pesanti volumi di traffico, file e smog per gran parte della giornata e avrebbe effetti benefici sulla qualità dell’aria”.

GESTIONE ATTIVA DELLA POPOLAZIONE DI SCOIATTOLO GRIGIO/ INTERROGAZIONE DELLA CONSIGLIERA BISTOCCHI (PD)

E’ stata deposita un’interrogazione dal Consigliere Comunale del Partito Democratico Sarah Bistocchi sulla questione della gestione della popolazione degli scoiattoli grigi. Con questo atto si chiede a Sindaco e Giunta se è stato dato seguito all’ordine del giorno approvato a larga maggioranza in Consiglio Comunale, in quali termini e con quali modalità si è proceduto a rispettare l’impegno e le indicazioni emersi dal Consiglio Comunale e a dare conto di quanti esemplari di scoiattolo grigio, ad oggi, siano stati soppressi, e quanti invece sterilizzati, in quanto è emersa chiaramente dall’assise municipale la volontà di favorire la rimozione indiretta a discapito di quella diretta.

Di seguito l’interrogazione:

Lo scoiattolo grigio nordamericano, o scoiattolo grigio orientale per distinguerlo dalla specie occidentale, è un mammifero roditore della famiglia degli Sciuridi. In Italia ne sussistono attualmente tre popolazioni isolate: una in Piemonte (Candiolo, nel torinese), una in Liguria (Genova Nervi, introdotta nel 1966) e l’ultima, ancora in Piemonte, al confine con la Lombardia (Trecate, in provincia di Novara, introdotta nel 1994). La specie si trova in diversi parchi del nord milanese (parco di Monza e del Ticino);

La specie, presente anche in Umbria, probabilmente dai primi anni del 2000, risulta presente nella porzione ovest del capoluogo umbro (Monte Malbe), ma la sua presenza è segnalata in quasi tutta l’area urbana e peri-urbana della città di Perugia, dove è riuscito a colonizzare anche diversi parchi cittadini;

Un primo progetto sperimentale di eradicazione dello scoiattolo (e contemporaneamente di monitoraggio dello status sanitario degli esemplari) avvenne nel 1997 in Piemonte, con la coordinazione dell’ Istituto nazionale per la fauna selvatica e della sezione piemontese del WWF Italia, e l’approvazione di diverse associazioni (Legambiente, WWF Italia, Pro-Natura e Lega Italiana Protezione Uccelli). Il progetto prevedeva la cattura e la soppressione (dopo averli anestetizzati) degli esemplari di scoiattolo grigio, e raccomandava la totale eradicazione, dato che i sopravvissuti avrebbero potuto facilmente ripopolare l’area in breve tempo;

Nel 2016 sono stati uccisi ben 470 scoiattoli grigi a Perugia. Si tratta del progetto europeo Life+ U-Savereds diretto  alla «conservazione dello scoiattolo comune europeo in Umbria e della biodiversità negli ecosistemi degli Appennini». Tra le azioni del progetto rientrano «la cattura e l’eradicazione da parte dell’uomo delle popolazioni invasive di scoiattoli grigi in conformità alle leggi sul benessere degli animali». La procedura per la rimozione è: trappole con cibo per attrarre gli scoiattoli grigi, che poi vengono infilati in tubi dove viene immessa anidride carbonica che, prima fa addormentare gli animali, e poi li uccide. Il progetto prevede anche in minima parte la rimozione «indiretta»: una parte, per la verità esigua, di scoiattoli catturati, più fortunati, verrà sterilizzata e reimmessa nei parchi;

Nel maggio 2017 il Consiglio Comunale ha approvato a larga maggioranza un ordine del giorno in cui si chiedeva di ridurre la rimozione diretta tramite cattura e soppressione degli scoiattoli grigi, a favore di una maggiore rimozione indiretta mediante sterilizzazione degli stessi;

Si chiede di sapere:

Se è stato dato seguito all’ordine del giorno approvato a larga maggioranza in Consiglio Comunale;

in quali termini e con quali modalità si è proceduto a rispettare l’impegno e le indicazioni emersi dal Consiglio Comunale;

A dare conto di quanti esemplari di scoiattolo grigio, ad oggi, siano stati soppressi, e quanti invece sterilizzati, in quanto è emersa chiaramente dall’assise municipale la volontà di favorire la rimozione indiretta a discapito di quella diretta”.

LA CITTA’ CHE NOI VOGLIAMO/DOMANI, MERCOLEDI’ 25 OTTOBRE ALLE 9,00 L’INSEDIAMENTO A PALAZZO DEI PRIORI DEL CONSIGLIO COMUNALE SCOLASTICO

Si terrà domani, mercoledì 25 ottobre alle ore 9 nella sala del consiglio di Palazzo dei Priori l’insediamento ufficiale del Consiglio comunale scolastico e del sindaco dei ragazzi Gabriele Bove, eletto lo scorso 12 ottobre dai rappresentati delle scuole perugine, nell’ambito dell’iniziativa La città che noi vogliamo, promossa e organizzata dall’Associazione culturale Green Heart, in collaborazione con il Comune di Perugia e gli Istituti scolastici.

Insieme a lui, Riccardo Casciari Vice Sindaco e Aurora Bini Presidente del consiglio comunale, gli otto assessori e i 42 consiglieri comunali eletti lo scorso 31 marzo e il Direttore Generale.

La cerimonia si svolgerà alla presenza del Sindaco di Perugia Andrea Romizi, dell’assessore alle politiche dell’infanzia e dell’adolescenza Dramane Wagué, del Presidente del Consiglio comunale Leonardo Varasano e dell’ideatore e coordinatore dell’iniziativa, il presidente di Green Heart Antonino Chifari.

GESTIONE CAMPI RUGBY E BASEBALL, APPROVATA LA PROPOSTA DI SOLUZIONE DEL CONSIGLIERE CARMINE CAMICIA: “ASSENTE ANCHE OGGI L’ASSESSORE PRISCO”

“Ancora una volta la giunta è assente nelle sede opportune”.

A dirlo il consigliere comunale Carmine Camicia, a seguito della discussione che si è tenuta, martedì 24 ottobre, durante la IV commissione consiliare, riguardo la gestione dei campi di rugby e baseball di proprietà del Comune. “Dopo due sedute fiume alle quali hanno partecipato società sportive e genitori di atleti in erba – ha spiegato il consigliere Camicia –, la commissione ha approvato la soluzione proposta dal sottoscritto, che prevede l’utilizzo degli impianti sportivi di proprietà dell’amministrazione comunale da parte di tutta la cittadinanza e che i gestori non possano avere proprietà esclusiva sugli stessi. Inoltre, l’ente non può lasciare le controversie in mano alle varie parti, ma deve programmare l’utilizzo degli spazi con pari equità per tutte le società sportive e dare priorità agli atleti diversamente abili, attraverso una vera inclusione sociale, iniziando dal campo di baseball, dove è necessario abbattere le barriere architettoniche presenti negli spogliatoi”. Durante la commissione è stato anche ribadito come da oltre 20 anni manchi una governance politica: “Che renda giustizia ai tantissimi atleti perugini che non riescono a trovare gli spazi adeguati nel territorio comunale per potersi allenare – ha aggiunto Carmine Camicia –, preferendo andare in città limitrofe”. “I fatti confermano come ci sia una continuità con le amministrazioni precedenti – ha concluso il consigliere –, dato che la giunta attuale, attraverso l’assessore allo sport Emanuele Prisco, continua a delegare tutte le vicende inerenti al mondo sportivo agli uffici comunali, rinunciando alle prerogative essenziali che fanno parte di un rappresentante istituzionale di un ente. L’assenza anche di oggi di Prisco è la conferma palese della latitanza di questa giunta, poca attenta agli sport inferiori, mentre dedica le proprie attenzioni esclusivamente al Perugia calcio e alla Sir”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *