Diocesi di Civita Castellana, veglia di preghiera per le Missioni

veglia 1«La missione al cuore della fede cristiana»

Sabato 21 ottobre 2017 – ore 21.00

Chiesa S. Tolomeo – Nepi (VT)

NewTuscia – NEPI – Sabato 21 ottobre, nella Chiesa S. Tolomeo di Nepi, alle ore 21.00, ci sarà la Veglia Missionaria Diocesana. Il vescovo monsignor Romano Rossi, sarà presente alla Veglia di preghiera, un evento Ecclesiale che ogni anno ci invita a celebrare la «missionarietà» della Chiesa, riunendo circa un miliardo di cristiani in comunione gli uni con gli altri nella preghiera, per cogliere quale è la motivazione più profonda che ci deve spingere ad «uscire dal nostro mondo per raggiungere tutte le periferie, fatte di volti concreti, che hanno bisogno della luce del Vangelo», il potere trasformante del Vangelo che ci esorta a far crescere «un cuore missionario».

Sul tema della nuova evangelizzazione, Papa Francesco nel Messaggio per la «Giornata Missionaria Mondiale», che sarà celebrata il prossimo 22 ottobre, ha dedicato efficaci interventi, affermando che: «Il mondo ha bisogno del Vangelo di Gesù».

Poi continuando ha affermato: «La missione della Chiesa, destinata a tutti gli uomini di buona volontà, è fondata sul potere trasformante del Vangelo» (cfr Gv 14,6). Questo dono–impegno da condividere è affidato non soltanto ad alcuni, bensì a tutti i cristiani battezzati e di conseguenza, non può mai chiudersi in sé stessa, ma va oltre i propri confini, «chiamati a far risplendere la parola di verità», ed arricchire di significato l’azione missionaria e così spargere nel mondo il buon profumo di Cristo.

Oggi, in questo tempo, tutta la Chiesa è chiamata a confrontarsi con chi è nel bisogno e con le «nuove povertà», che interrogano la nostra coscienza di cristiani, perché richiede creatività, pazienza, ascolto e coraggio, accogliendo i problemi con attenzione ai valori umani, questo significa mettersi dalla «parte dei poveri», per risollevarlo e «farsi voce di chi non ha voce» affinché sia riconosciuta e rispettata la sua dignità di uomo e figlio di Dio.

La ringrazio per la sua attenzione e per quanto le sarà possibile fare, in merito ad una segnalazione sulla sua testata. Distinti saluti.

Don Giancarlo Palazzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *