Il presidente dell’ATC Scarito incontra i cacciatori di Vasanello

NewTuscia – VASANELLO – A Vasanello, qualche giorno fa, l’attuale Presidente dell’Ambito Territoriale di Caccia denominato “VT2 Tuscia Sud”, Alberto Scarito, si è confrontato con i cacciatori presenti sul territorio.

L’incontro, sollecitato dal consigliere comunale Purchiaroni Alessandro, è stato fortemente voluto per sensibilizzare le istituzioni preposte alla problematiche relative all’ambito venatorio riscontrate in questi ultimi anni.scarito atc vasanello

Alla riunione, che si è svolta all’interno della sala consiliare del comune di Vasanello, erano presenti anche i Presidenti a livello comunale delle associazioni venatorie “Federcaccia, Italcaccia e Libera Caccia”.

Uno dei principali temi affrontati è stato quello riguardante i fagiani, che ha interessato il territorio locale  nelle ultime due stagioni, prima con il problema salmonella e poi con altre problematiche di vario genere.

Nel corso dell’incontro, Scarito, oltre a ribadire quali siano le principali regole per un’ottima gestione e quali potrebbero essere i risultati che questa potrebbe determinare, ha illustrato quali saranno i nuovi progetti che L’ATC/VT2 intende intraprendere per la gestione e l’immissione a terreno libero dei fagiani, dichiarando apertamente di essere contrario alla pronta caccia.

Poiché tali progetti già iniziati in via di sperimentazione in altri comuni del Sud Tuscia stanno già portando degli ottimi risultati, in breve tempo saranno coinvolti sicuramente anche altri comuni, tra cui Vasanello.

Scarito ha quindi concluso la riunione dicendo che bisogna puntare sulla gestione del territorio e sul rispetto dell’ambiente, con sinergie che prevedano la collaborazione delle varie associazioni e gli agricoltori, coinvolgendo i giovani diventati ormai merce rara di questa disciplina e iniziando a far conoscere la realtà del mondo venatorio e ciò che lo circonda,  anche ai ragazzi delle scuole.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci la risposta corretta per lasciare il tuo commento *