“D.N.A. (Dove nasce l’arte)”. Presentazione della nuova rubrica artistica di NewTuscia.it

Elisa Anzellotti

NewTuscia – D.N.A. Dove Nasce l’Arte – quando si dice che l’arte scorre nelle vene o che si abbia per natura un dono particolare è come se quel corpo avesse un DNA diverso, un DNA che fa nascere l’arte. È interessante dunque giocare con questo doppio significatodna dove nasce orte.
E sulle doppie letture, sul guardare tra le righe che si basa tanta forza degli operati artistici.

Da danzatrice so bene cosa vuol dire creare qualcosa e donarlo al pubblico. È un rapporto di mutuo scambio che porta a parlare al di là di ogni lingua e religione, che porta ad un accrescimento “spirituale”.

Questa rubrica vuole essere un focus su tutte le arti con una particolare attenzione per la danza, la musica e il teatro. Arti per certi aspetti effimere, ma profondamente legate alla cultura e memoria di un popolo e dunque all’identità. Valori questi che nella contemporaneità si stanno perdendo.

Si vuole dedicare attenzione anche agli eventi artistici nella Tuscia e creare approfondimenti su personaggi, eventi e luoghi. Una rubrica in parte di svago rispetto alle purtroppo costanti notizie negative, ma che vuole stimolare curiosità e dunque dialogo e cultura.

Elisa Anzellotti, elisa anzellottidanzatrice professionista, segue gli studi di danza parallelamente a quelli universitari. Nel 2005 consegue la laurea triennale in Scienze giuridiche (Università Roma3), cui seguirà la laurea triennale (2007) e specialistica (2009) in Conservazione dei beni culturali (Università della Tuscia, Viterbo). Nella medesima facoltà nel 2011 vince il dottorato di ricerca in “Memoria e materia dell’opera d’arte” – che conclude nel giugno 2015 – con un progetto sulla danza come bene culturale immateriale. Proprio per la particolarità dell’oggetto della sua ricerca attiva una cotutela con l’Università Paris8 – EDESTA. Numerosi dunque saranno i contatti con l’estero sia dal punto di vista accademico, che artistico. Ciò gli ha permesso di avere una visione poliedrica su numerosi argomenti spesso poco trattati in Italia. La sua tesi di dottorato Memoria e materia della danza. Problemi conservativi di un patrimonio culturale immateriale è stata pubblicata dalla casa editrice EAI nel 2016

Dal punto di vista artistico ha una formazione che spazia dalla danza classica al flamenco, dalla danza del ventre, alle danze popolari italiane. Ha studiato con Maestri di fama internazionale e nel 2007 consegue il diploma in danze artistiche presso la FIDS. Collabora con artisti, fotografi e musicisti a progetti nazionali e internazionali ed è protagonista come danzatrice e coreografa di importanti eventi in Italia e all’estero (si ricorda ad es. la collaborazione con il gruppo di musiche dell’antica Roma Ludi Scaenici, con i quali collabora per ricostruire le danze dell’antichità). Attualmente insegna flamenco, danza del ventre, danze popolari e flamenco arabo a Viterbo, Tarquinia, Montalto, Montefiascone, Civitavecchia.

elisa.anzellotti@gmail.com

 

Quando ho pensato ad una rubrica completamente artistica, praticamente negli stessi minuti, mi è capitata di fronte la foto di Elisa Anzellotti che vinceva in Tv in una noto quiz. Sapevo di lei e della sua bravura nel settore della danza che, tra le arti, considero una tra le più nobili. Ebbene. L’idea di proporle una rubrica tematica artistica a tutto tondo è stato immediato. Uno spazio in cui si parlerà delle arti in senso divulgativo ma anche di eventi del territorio che saranno descritti con la voce dell’esperto, approfondendo personaggi, eventi e luoghi del nostro territorio.

Il nome della nuova rubrica di Elisa Anzellotti, D.N.A. (Dove nasce l’arte), è perfetto non solo per le iniziali che rappresentano un titolo dinamico e originale ma per il significato complessivo dello spazio informativo: un nuovo inizio per l’arte, così come Il Dna è il simbolo della vita. Un nome che rappresenta un ottimo auspicio per il nostro giornale per fare conoscere la cultura ripartendo dalla sua centralità nel panorama dell’informazione locale.

Non posso che fare un forte in bocca al lupo a Elisa Anzellotti che, insieme ai tantissimi collaboratori di NewTuscia, sta credendo in un progetto d’informazione che, proprio nella cultura, vede uno dei suoi pilastri per la linea editoriale.

Buon lavoro, Elisa!

Gaetano Alaimo
Direttore resp. www.newtuscia.it

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *