Fermarsi a Monterosi, presentazione del libro di Marina Mortillaro e Edoardo Giacomini

fermarsi_350FERMARSI A MONTEROSI 

di Marina Mortillaro e Edoardo Giacomini

Con il Patrocinio del Comune di Monterosi

in occasione della cerimonia di apertura della Manifestazione Culturale

Settimana Janula in Tuscia

Poesia a Monterosi Arte

Mercoledì 13 settembre 2017 ore 19 

Sala Polivalente “Giovanni Paolo II” 

Via dello Sport 

Monterosi (VT)

Presentazione del libro

FERMARSI A MONTEROSI 

di Marina Mortillaro e Edoardo Giacomini

dell’Associazione Biblos 

(Davide Ghaleb Editore)

Interverrano gli autori e le Autorità Comunali

NewTuscia – MONTEROSI – Il libro “Fermarsi a Monterosi” di Marina Mortillaro e Edoardo Giacomini, pubblicato dalla Casa Editrice Davide Ghaleb, sarà presentato mercoledì 13 settembre 2017, alle ore 19, presso la sala polivalente “Giovanni Paolo II” in occasione della cerimonia di apertura della Manifestazione Culturale la Settimana Janula in Tuscia Poesia a Monterosi Arte, che si svolgerà a Monterosi dal 13 al 17 settembre 2017.

Il libro – realizzato grazie al Patrocinio del Comune di Monterosi e contenente una prefazione del Prof. Claudio Canonici, noto storico – è un incontro con Monterosi, con i suoi abitanti, con la sua cultura, le sue abitudini, la sua storia, le sue tradizioni, i suoi luoghi, i suoi nomi, ed è in buona parte frutto di testimonianze di tanta gente del posto, anche se non mancano riferimenti ad una vasta bibliografia, a testimonianza del carattere scientifico della ricerca sottesa al volume. Il tutto affiancato anche da un’ampia documentazione fotografica, raccolta prevalentemente tra le famiglie locali.

La trama del libro si sviluppa attraverso il percorso di una coppia di pellegrini (marito e moglie), in cammino verso Roma sulla via Francigena, che decide di fermarsi qualche giorno a Monterosi prima di proseguire il viaggio. I due personaggi immaginari, ma verosimili, incontrano persone reali attualmente viventi a Monterosi, ed attraverso loro vivono un’esperienza che via via si arricchisce di incontri e di scoperte, di rievocazioni del passato e di considerazioni sul presente.