Demanio e patrimonio: l’Amministrazione è confusa, tace e accentra il potere nel Sindaco

NewTuscia – BOLSENA – Dal pensionamento dello responsabile del Settore Demanio e Patrimonio sono passati diversi mesi, ma l’Amministrazione non ha ancora fatto chiarezza prendendo una decisione sull’organizzazione del settore che si deve occupare delle rilevanti questioni della pianificazione della gestione e dell’eventuale alienazione dei beni del Comune.

lago-bolsenaIntorno alla metà di luglio i consiglieri di opposizione, interpretando anche le sollecitazioni di alcuni cittadini che hanno vicende irrisolte con il settore, hanno inoltrato un’interrogazione a risposta scritta al Sindaco: tale interrogazione non ha avuto risposta e ad oggi rimane ancora silente sulla questione, nonostante il regolamento comunale preveda un obbligo di risposta entro trenta giorni.

In buona sostanza da diversi mesi il Sindaco ha assunto la responsabilità del servizio come capo settore senza che sia stato nominato qualcuno che sostituisca a tempo pieno il responsabile precedente. Non è escluso che ciò sia un escamotage per cercare di chiudere vicende che dovrebbero invece seguire altre prassi.

La situazione non ha risvolti solo amministrativi, ma coinvolge da vicino i cittadini visto che il settore in questione si occupa dei beni comunali e di un’altra materia delicata come la raccolta rifiuti.

In particolar modo quest’ultimo settore avrebbe necessità di un impegno continuo visto che la bassa qualità del servizio è sotto gli occhi di tutti e che la miriade di appalti frazionati che ad oggi esiste rende impossibile una gestione razionale del servizio e comporta una tassazione elevata per i bolsenesi.

Sollecitiamo quindi, nell’interesse della cittadinanza, ancora una volta l’Amministrazione affinché pronunci delle parole chiare su questa vicenda che si sta prolungando troppo a lungo.

 

Gruppo consiliare di Opposizione “Unione di Forze in Comune”