Rientrati i volontari del Coordinamento AEOPC Italia, impegnati negli incendi su Amatrice ed Accumoli

loading...

Squadre da Tarquinia, Marta, Bomarzo, Roma ed Allumiere

NewTuscia – TARQUINIA – Sono rientrati i volontari del Coordinamento AEOPC Italia, che nei giorni scorsi sono stati fortemente impegnati negli incendi boschivi tra i monti di Amatrice, Accumoli e Cittareale nel reatino. A riferirlo è Alessandro Sacripanti, Presidente dell’Aeopc Italia -“Su richiesta della Sala operativa regionale di protezione civile della Regione Lazio, siamo tornati nelle zone colpite dal sisma per dare supporto ai Vigili del Fuoco, Esercito, Carabinieri Forestali e altre associazioni.

20170830_115909_resizedSiamo intervenuti – prosegue Sacripanti – con sei squadre di volontari con mezzi speciali antincendio e per due giorni, abbiamo svolto alcune operazioni di spegnimento e bonifica e altri interventi a protezione delle casette nelle frazioni di Roccasalli e Forcelle. Una situazione devastante con ettari di bosco in fiamme dove sono dovuti intervenire anche elicotteri e canadair. Anche stavolta c’è stato un impegno importante senza freni quello del Coordinamento AEOPC Italia in sinergia con l’Agenzia Regionale di Protezione civile sulle zone colpite dal terremoto del 24 agosto 2016.

Infatti l’Aepoca Italia ha gestito per diversi mesi il campo di accoglienza di Saletta ad Amatrice. Oggi più che mai i volontari Aeopc Italia che stanno già affrontando un estate impegnattiva sul fronte incendi si sono messi di nuovo a disposizione per difendere dal fuoco quelle terre del centro Italia.