Il posizionamento di un sito sui motori di ricerca

loading...

NewTuscia – Una necessità con la quale si sono dovuti scontrare tutti, chiunque si occupi di web a livello professionale, amatoriale o per qualsiasi altra ragione. Da qualche anno è entrata nel linguaggio comune la parola Seo: molti sapranno di cosa si sta parlando, per chi non fosse sufficientemente informato non è il caso di allarmarsi. Non si tratta di una brutta parola.

Seo è l’acronimo di Search Engine Optimization, ovvero ottimizzazione per i motori di ricerca: e la Seo è proprio la disciplina che si occupa di predisporre un sito in maniera tale da migliorarlo per farlo salire nei risultati dei motori di ricerca.motori di ricerca google

Una vera e propria scienza che si è diffusa da qualche anno, per la precisione da quando Google (parlando di motori di ricerca, spesso e volentieri, ci si riferisce proprio a Google dato che da solo assorbe la quasi totalità delle ricerche che avvengono in rete) ha deciso di stravolgere i propri parametri nel fornire risultati in risposta a chi effettua una ricerca.
Troppa poca qualità ha caratterizzato per anni questi risultati; e allora il motore di ricerca più famoso al mondo ha cambiato le carte in tavola obbligando gli utenti ad adeguarsi. Il risultato è stata una sorta di corsa alla Seo, una febbre da ottimizzazione per migliorare il più possibile il proprio sito prima di darlo in pasto a Google stesso e poi vedere quello che succedeva.

L’uomo per propria natura tende sempre al miglioramento e ciò ha fatto si che il sogno di tutti diventasse quello di apparire in prima pagina. Inutile sottolineare come questo sia molto difficile, pur se non impossibile come si può leggere al seguente link: https://jfactor.it/ 

Tuttavia il desiderio di un singolo utente è, con ogni probabilità, lo stesso di altre decine di migliaia di gestori di siti e portali. D’altra parte arrivare in prima pagina su Google vuol dire avere una platea di utenti di gran lunga maggiore; più potenziali clienti da acquisire. È come avere un negozio su una strada principale, affollata, battuta ogni ora da migliaia di passanti; o averlo in una stradina sperduta dove nessuno passa mai.

Non c’è bisogno di spiegare la differenze né di battere troppo sui perché di questa corsa alla Seo che ha caratterizzato gli ultimi anni. Riuscire a ‘piazzare’ un sito sui motori di ricerca e farlo in posizioni ottimali, quelle più visibili, è una necessità per sopravvivere. Un qualcosa di imprescindibile per chi volesse provare a fare business in rete; o comunque volesse portare il proprio sito alla conoscenza (potenziale) di un numero sempre più elevato di utenti.