Tarquinia, celebrate l’arte e la storia con Prospettive etrusche

NewTuscia – TARQUINIA – Grande riscontro di consensi anche per l’ultima edizione di Prospettive etrusche, frutto di una intensa quanto proficua collaborazione tra Associazioni, Enti e Istituzioni locali.

21078711_1597945886944240_5395710947450191843_nProtagonista assoluto della serata il tempio dell’Ara della Regina con l’intento di una sempre maggiore fruizione di questo straordinario sito, contesto quanto mai adeguato per l’apertura della kermesse DiVIno Etrusco, tornata a celebrare la Dodecapoli etrusca che si presume proprio in questo santuario vedesse il suo fulcro religioso.

Dietro di lui solo Vincenzo Zitello, che ha coinvolto con melodie e parole il folto pubblico accorso sul Pianoro della Civita. L’artista è stato magistralmente introdotto dall’attore Francesco Tammaro che ha recitato l’introduzione delle Metamorfosi di Ovidio ed è stato accompagnato dall’arte estemporanea di Roberta La Monica.

Per una sera, il santuario dell’Ara della Regina è stato vetrina di opere di artisti locali, che hanno ricreato antiche atmosfere frutto di quel retaggio culturale di cui le loro opere sono ancora oggi diretta testimonianza, un valore aggiunto per Tarquinia certamente da valorizzare.

Ancora un sentito ringraziamento lo rivolgiamo alla Fondazione Cariciv, alla BCC Roma e agli altri sponsor per il prezioso sostegno.

Tante le autorità politiche presenti all’evento, oltre agli Assessori Tosoni e Serafini, il vicesindaco Manuel Catini, l’avv. Arrigo Bergonzini, Laura Sposetti, Federica Guiducci.

Ancora tra il pubblico, graditi quanto inaspettati ospiti Osvaldo Bevilacqua, Philippe Daverio e Anna Moroni.

Il concerto è rivisitabile sul sito www.pegasowebtv.it