Bolsena, manifesti strappati: ancora un episodio d’intolleranza

loading...

NewTuscia – BOLSENA – Dobbiamo ancora una volta denunciare il pesante clima antidemocratico che da tempo cresce nella cittadina lacuale: come altre volte, anche in questi giorni i manifesti dell’opposizione sono stati strappati per impedirne la lettura ai cittadini.

Bolsena Manifesti opposizione strappatiIl manifesto contiene un duro giudizio negativo sull’amministrazione Equitani che scaturisce da dati ufficiali del Bilancio comunale che, per informare la cittadinanza, sono stati estratti dai documenti e riportati in un manifesto: un dato molto significativo è la somma di 175.000 euro che risultano “accantonati per il contenzioso”, cale a dire per le cause e i procedimenti aperti presso il tribunale tra l’amministrazione  della giunta Equitani e i  vari cittadini che per tutelarsi sono stati costretti ad aprire un contenzioso con il Comune.

Tale somma dimostra che si è sviluppata in questi anni una “litigiosità” tra amministrazione comunale e cittadini. Non solo, l’amministrazione comunale ha ancora aperta una causa con Co.Ba.L.B. per il pagamento della quota annuale associativa. Una situazione che è stata oggetto di Report, dai tono preoccupati, elaborato da parte della segreteria comunale.

Evidentemente il fatto di far democraticamente conoscere ai cittadini tali dati reali dell’amministrazione Equitani dà fastidio e innervosisce qualche “tifoso” che preferisce fare in modo che le opinioni di chi la pensa in modo diverso non siano da leggere, intervenendo con la censura dei manifesti strappati!

Tali azioni dimostrano ancora una volta che certi esponenti politici locali hanno voluto “incitare la tifoseria” attraverso atteggiamenti e affermazioni che vanno sempre più danneggiando così il clima sociale di un piccolo centro di circa 3.800 abitanti.

 

Gruppo consiliare di opposizione – Unione di forze in Comune per Bolsena