Viterbo, commemorate le vittime di Nagasaki

NewTuscia – VITERBO – La mattina del 9 agosto 2017 a Viterbo il “Centro di ricerca per la pace e i diritti umani” ha commemorato le vittime del bombardamento atomico di Nagasaki del 9 agosto 1945.

 

viterbo-bando-riqualificazione-730x370Ricordare le vittime delle bombe atomiche di Hiroshima e di Nagasaki è un dovere morale e civile per tutti gli esseri umani.

Poiché le vittime di Hiroshima e di Nagasaki convocano l’umanità intera a una presa di coscienza e a un impegno ineludibili.

La coscienza che le armi prodotte dall’uomo sono ormai in grado di distruggere l’umanita’ intera.

Il dovere assoluto di abolire la guerra prima che la guerra annienti l’umanità.

 

Ogni vittima ha il volto di Abele.

Pace, disarmo, smilitarizzazione.

Vi è una sola umanità in un unico mondo vivente casa comune dell’umanità intera.

Tutti gli esseri umani hanno diritto alla vita, alla dignità, alla solidarietà.

Salvare le vite e’ il primo dovere.

Solo la nonviolenza può salvare l’umanità dalla catastrofe.

 

Il “Centro di ricerca per la pace e i diritti umani” di Viterbo