Sanità, Aurigemma (FI): “Zingaretti chiuso per ferie”

NewTuscia – ROMA – “Dopo la sostanziale bocciatura da parte della Corte dei Conti, che nella “relazione sulla gestione finanziaria degli enti locali” evidenzia come il debito della sanità laziale costi oltre 3 mila euro ad abitante (il triplo del dato nazionale), come se non bastasse ora oltre al danno si aggiunge anche la beffa.

antonello-aurigemmaNon è sufficiente che i cittadini paghino cosi tanto per avere delle cure, ma il dramma vero è che troppo spesso non riescono a riceverle. In questo periodo, la maggior parte dei nostri nosocomi e delle strutture sono praticamente chiuse, in quanto la regione non ha mai messo in campo in quattro anni e mezzo una adeguata programmazione e in estate, in coincidenza con le ferie legittime e sacrosante del personale, vengono lasciati scoperti e indeboliti alcuni servizi fondamentali, come per esempio i pronto soccorso. Pensiamo al S.Andrea, dove proprio questa mattina un articolo de Il Messaggero evidenzia le attese infinite nei corridoi del Ps;  senza dimenticare le attese per i ricoveri programmati, che nella nostra regione arrivano fino a 82 giorni.

Per non parlare della Asl di Frosinone, dove nel distretto Cassino-Pontecorvo in questo periodo sono state interrotte le trasfusioni per i pazienti a domicilio, e questo sempre a causa di carenza di personale, che fa emergere chiare disfunzioni organizzative. Senza dimenticare poi il caso della povera signora di Albano che, come riportato dal sito di Repubblica online, ha visto morire tra le sue braccia il padre, nell’attesa dell’arrivo di un’ambulanza. Ora, non è mia consuetudine strumentalizzare materie e argomenti cosi delicati, però penso che altrettanto rispetto lo debba dare chi da quattro anni e mezzo ha svolto il ruolo di plenipotenziario della sanità laziale, come il presidente Zingaretti.

La sanità non può essere considerata un algoritmo algebrico per far quadrare i conti, ma è e deve rimanere un servizio garantito dalla nostra Costituzione e accessibile a tutti. Purtroppo in questi anni l’amministrazione Zingaretti non è riuscita né nel primo intento, né tantomeno nel secondo.

Noi siamo disponibili, al di là di ogni schieramento, a colmare quel vuoto che il centrosinistra ha lasciato in questa amministrazione. Per questo motivo chiederemo al Presidente Zingaretti di presentarsi nel primo consiglio utile, per cercare di affrontare insieme quello che lui e la sua maggioranza non sono riusciti a fare da soli. E’ quello che si chiedono da anni i cittadini della nostra regione”

Lo dichiara il Capogruppo di forza Italia della regione Lazio e vice presidente della Commissione Salute Antonello Aurigemma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci la risposta corretta per lasciare il tuo commento *