Dodi Battaglia, la leggendaria chitarra dei Pooh il 12 agosto a Grotte di Castro

Grotte di Castro
Grotte di Castro

NewTuscia – GROTTE DI CASTRO – Sabato 12 agosto alle ore 21.30 in Piazza Matteotti a Grotte di Castro, si esibirà in concerto Dodi Battaglia, storica chitarra e voce dei Pooh.

Di lui il compositore e maestro Fio Zanotti di recente ha detto “Ho suonato con i più grandi (da Clapton a Michael Tompson), ma Dodi (compositore e voce storica dei Pooh) è uno dei chitarristi più grandi e completi non d’Italia o d’Europa, ma del mondo: non per niente ha suonato con Tommy Emmanuel, con Meola, con Clapton, con Steve Vai”. Si ricordano di Donato (Dodi) Battaglia anche le collaborazioni con molti artisti Italiani ( es. “Il suono delle chitarre” di Toffee, “Una Canzone Per Te” o “Va Bene Così” di Vasco Rossi).

Nel 2015 Dodi ha inciso ad Acquapendente negli studi il Mulino Recording di Cesare Chiodo e Francesco Luzzi una parte (l’altra parte è stata incisa a Nashville) del suo disco da solista con Tommy Emmanuel “Dove è Andata la Musica”, che è arrivato nei primi dieci in classifica dei dischi più venduti in Italia, in attesa della mitica reunion dei Pooh del 2016 con il tour finale concluso a Bologna il 30 dicembre.  La reunion si è dimostrata essere il Tour dei record con la maggiore vendita di biglietti dell’anno in Italia.

La Fender e la Maton gli hanno dedicato apposite serie di chitarre come la dodistatocaster. Negli anni 80 la critica tedesca ed italiana lo ha eletto come migliore chitarrista europeo ed italiano. Di recente gli è stato conferito, per la prima volta in Italia ad un artista pop, il titolo accademico di dottore in chitarra honoris causa. Di lui si ricordano grandi pezzi dei Pooh come “Ci penserò domani”, “L’altra donna”, “Danza a distanza”, “Comuni desideri”, “Dietro la collina”, “L’anno il posto l’ora” e decine di altri.

Oltre ad essere un grande musicista, Dodi Battaglia è un uomo dal temperamento mite e gentile, una persona umile che non disprezza suonare nelle feste popolari perché ha rispetto del pubblico, ma allo stesso tempo ha anche un carattere combattivo e generoso, sempre impegnato nel sociale e per  i più deboli.