Censiti per la prima volta gli alberi monumentali di Perugia

NewTuscia – PERUGIA – GIUNTA COMUNALE/CENSITI PER LA PRIMA VOLTA GLI ALBERI MONUMENTALI DI PERUGIA DI PROPRIETA’ DEL COMUNE E DI ALTRI ENTI PUBBLICI. AL VIA A BREVE UNA CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE PER IL CENSIMENTO DEGLI ALBERI DI PROPRIETA’ PRIVATA

102 alberi monumentali di diverse specie sono stati individuati dal primo censimento effettuato dai tecnici comunali, con tanto di scheda identificativa di ciascun esemplare.

Cedri del Libano, dell’Himalaya e dell’Atlante, pini, abeti rossi, lecci, bagolari, ippocastani, cipressi, platani, roverelle, ma anche olivi, pioppi, pini d’Aleppo, tigli, tassi e altri che per la loro età –tra i 100 e i 200 anni, se non, in qualche caso, anche di più- le dimensioni, la forma e il valore paesaggistico, sono da considerarsi a tutti gli effetti un monumento cittadino. E come tale da preservare.

E’ stato approvato questo pomeriggio dall’esecutivo di Palazzo dei Priori l’elenco degli alberi monumentali del Comune di Perugia, redatto a seguito del censimento, che ha riguardato solo esemplari di proprietà comunale e di altri enti pubblici, radicati peraltro in aree già sottoposte a vincolo paesaggistico.

“A breve, però, verrà attivata una campagna di comunicazione –ha spiegato il Vice Sindaco e Assessore all’Ambiente Urbano Barelli- per informare i cittadini non solo dei risultati di questo censimento, ma soprattutto per invitarli a segnalare la presenza, in aree di proprietà privata, di alberi che presentino caratteristiche di monumentalità e che possano essere inseriti nell’elenco, nel corso degli aggiornamenti periodici che faremo. Averne conoscenza –ha concluso Barelli- è fondamentale per la preservazione del patrimonio arboreo cittadino.”

Gli alberi monumentali, del resto, oltre ad avere un importante ruolo a livello storico, culturale -quali testimoni dell’evoluzione di un territorio- e naturalistico, svolgono anche una funzione riconosciuta a livello ambientale e climatico e per la conservazione della biodiversità.

L’elenco degli alberi monumentali sarà, quindi, inviato alla Regione che dovrà, a sua volta, provvedere a trasmetterlo al Corpo Forestale dello Stato per l’inserimento nell’elenco nazionale e la relativa pubblicazione. Contestualmente, sarà affisso all’albo pretorio del Comune stesso.

GIUNTA COMUNALE/APPROVATO IL PROGETTO ESECUTIVO DEL COWORKING DI FONTIVEGGE. LA RIQUALIFICAZIONE DEL QUARTIERE PASSA ATTRAVERSO CREATIVITA’ E INNOVAZIONE
E’ stato approvato oggi in Giunta Comunale il progetto esecutivo per la realizzazione del Coworking di Fontivegge.
Lo spazio diverrà il luogo privilegiato per la contaminazione e la nascita di progetti innovativi, all’interno di un ecosistema, come quello di Fontivegge, che si appresta a diventare il nuovo hub tecnologico della città, grazie anche al supporto della Fondazione
“L’idea è quella di un coworking contemporaneo, 3.0 -afferma l’assessore allo Sviluppo Economico Michele Fioroni- dove tre sono proprio le funzioni che lo spazio sarà destinato ad avere. Certamente sarà luogo privilegiato per accogliere aziende dinamiche e giovani professionisti, con le modalità tipiche del coworking, ma sarà anche polo culturale e di formazione, con lo scopo di formare le nuove figure professionali figlie dei saperi digitali e della sharing economy, e, infine, veicolo privilegiato per l’accesso a quei capitali e alla finanza che garantiscono la crescita delle start up. Oggi un coworking non può permettersi di essere un semplice ufficio condiviso, ma deve essere un contenitore di innovazione e di opportunità, dove nasce la nuova impresa e, perchè no, dove anche l’impresa tradizionale approda per innovare prodotti e processi. Non possiamo che essere grati -ha concluso Fioroni- anche in questo caso alla Findazione Cassa di Risparmio di Perugia, al nostro fianco in questa opera di riqualificazione della città.”

GIUNTA COMUNALE/PROSEGUE L’ITER DEL PROGETTO DI RECUPERO E VALORIZZAZIONE DEL TERRENO: ACCETTATA LA DONAZIONE DELLA FONDAZIONE CARIPG AL COMUNE

Un ulteriore passo nella direzione del recupero e valorizzazione dell’ex cinema Turreno si è aggiunto oggi pomeriggio con l’accettazione, da parte della Giunta comunale, della donazione di 2/3 dell’immobile al Comune di Perugia da parte della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia.

Come si ricorderà, infatti, la Fondazione si era impegnata ad acquisire con propri fondi la proprietà dell’immobile dell’ex cinema ed alla sua successiva donazione al Comune di Perugia ed alla Regione Umbria, rispettivamente per la quota di 2/3 e di 1/3.

Un passaggio fondamentale per la prosecuzione del progetto, il cui intervento di recupero inviato dal comune è stato approvato lo scorso mese di giugno dalla Regione dell’Umbria.

“L’accettazione della donazione –ha spiegato l’assessore Michele Fioroni- è un atto dovuto che prefigura un evidente vantaggio per tutta la comunità regionale e per la città di Perugia in particolare, di cui siamo, peraltro, grati alla Fondazione.”

La parola passerà ora al Consiglio comunale per la definitiva approvazione.

GIUNTA COMUNALE/ IL COMUNE DI PERUGIA ADERISCE ALLA RETE DELLE “CITTA’ DEL SOLLIEVO”

Il Comune di Perugia aderirà alla rete delle Città del Sollievo. Lo ha deciso questo pomeriggio la giunta, approvando la delibera illustrata dall’Assessore Edi Cicchi.

Il progetto, denominato “Rete del Sollievo” nasce nel 2011 per volontà della Fondazione nazionale Gigi Ghirotti onlus, in accordo con l’Università cattolica del Sacro Cuore e con il patrocinio di Anci, al fine di diffondere la cultura e la pratica delle cure palliative integrate. L’obiettivo di queste ultime, che vengono sviluppate presso gli ospedali, gli hospice e le private abitazioni è di sollevare dal dolore pazienti con limitata aspettativa di vita.

Attualmente la Rete comprende circa 74 centri ospedalieri e 13 comuni italiani, ma è in continua evoluzione.

L’adesione di Perugia al progetto permetterà alle tante associazioni socio-sanitarie, onlus e fondazioni presenti sul territorio, che già oggi si occupano di cure palliative e di sostegno ai malati, di mettere in rete le rispettive esperienze collaborando tra loro.

I soggetti coinvolti, tra gli altri, saranno: Auser Perugia, Cesvol Perugia Unione dei Parkinsoniani, Unitalsi, Amata Umbria, AIDO, AFAS, Avanti Tutta Onlus, AUCC Onlus, Fondazione ANT Italia Onlus, Comitato Chianelli, Comitato Paralimpico, Associazione Madre Speranza Onlus, Centro Speranza, Aronc, Confraternita Misericordie di Perugia, Ufficio Pastorale della Salute, Centri Socio Culturali Pg, Associazione Mai Soli, Residenza Protetta Fontenuovo Onlus, Residenza Protetta Beata Colomba, Anchise Onlus, Avis Umbria, Croce Rossa Italiana, Sodalizio di San Martino, Associazione Con Noi, Arcat-Acat Pg.

“Questa iniziativa, aperta all’adesione di tutte le altre associazioni che vorranno partecipare –ha commentato l’assessore Edi Cicchi– ci consentirà di raggiungere un ulteriore importante risultato nell’ambito dei servizi di prossimità e sostegno alle famiglie, perché metterà in rete tutte le principali associazioni che si occupano di fornire sostegno ai malati ed ai bisognosi di cure, nonché ai loro familiari. Ognuno di questi soggetti già oggi svolge un’attività di grande rilievo; tuttavia la creazione di una rete permetterà di intensificare l’offerta dei servizi coordinando le singole iniziative tra loro, potenziando le azioni di ognuno e massimizzandone i risultati”.

GIUNTA COMUNALE/ PROGETTO HOME CARE PREMIUM: CRESCE IL NUMERO DEI BENEFICIARI

Prosegue l’impegno dell’Amministrazione comunale nell’ambito del progetto Inps denominato “Home Care Premium”, rivolto ai dipendenti pubblici in condizione di non autosufficienza.

Rispetto alla prima edizione del bando (2014), nella quale era risultati beneficiari 80 utenti, la seconda edizione ha visto crescere il numero degli aventi diritto, salito a quota 120.

Il Comune di Perugia, in questo contesto, ha deliberato lo scorso 5 aprile di aderire al progetto, anche in relazione al proprio ruolo di Comune capofila della zona sociale 2, sottoscrivendo successivamente apposito accordo con Inps.

Con la delibera di oggi, presentata dall’assessore Edi Cicchi, l’Amministrazione ha deciso di dare continuità agli impegni presi confermando gli standard professionali necessari per portare avanti i compiti assunti.

Nel merito, il progetto H.C.P. prevede una prestazione prevalente erogata da INPS (contributo badante) mentre l’erogazione di alcune prestazioni integrative previste dell’Accordo, ossia valutazione, monitoraggio dello stato di bisogno del beneficiario, nonché la rendicontazione delle spese gestionali e relative alle prestazioni sono attività attribuite al Comune di Perugia capofila della Zona Sociale n.2

GIUNTA COMUNALE/IL 24 AGOSTO IL MERCATO SETTIMANALE DI SAN SISTO TRASLOCA IN VIA MOZART IN CONCOMITANZA CON IL SOUND SISTO LIVE

In occasione della prossima edizione del Sound Sisto Live, che si terrà dal 18 al 27 agosto prossimo in piazza Martinelli a San Sisto, il consueto mercato settimanale del giovedì sarà temporaneamente spostato in Via Mozart, nella giornata del 24 agosto.

Lo spostamento, come effettuato anche l’anno scorso, è stato deciso in accordo con gli operatori stessi del mercato.

Dal 15 luglio a Perugia la sosta sulle strisce blu si paga anche con EasyPark. Assessore casaioli: “un ulteriore tassello del progetto di riqualificazione della sosta al passo coi tempi e le esigenze.”

Dal 15 luglio a Perugia si può gestire e pagare la sosta su strisce blu anche con EasyPark, il sistema di mobile parking più diffuso in Europa e in Italia, che si va ad aggiungere al già attivo MyCicero.

Tramite l’App EasyPark, scaricabile per iOS, Android e Windows Phone- l’automobilista può comodamente attivare, prolungare, terminare e pagare la propria sosta. I vantaggi, anche in questo caso, sono evidenti: l’utente risparmia tempo nelle operazioni di sosta, può prolungare la durata della sosta direttamente dal proprio cellulare, ovunque si trovi, o interromperla anticipatamente al rientro in auto, e pagare solo per la sosta effettivamente consumata, nel rispetto delle tariffe stabilite dall’Amministrazione comunale.

Può anche utilizzare il servizio nelle città, italiane ed estere, in cui è disponibile EasyPark, ovvero 150 comuni italiani, tra i quali Passignano sul Trasimeno, Castiglione del Lago e Magione, e oltre 400 comuni all’estero. EasyPark vanta la maggior copertura territoriale a livello italiano ed europeo.

“Un ulteriore tassello si aggiunge all’ampio progetto di riqualificazione della sosta che abbiamo avviato –ha sostenuto l’Assessore alla Mobilità del Comune di Perugia Cristiana Casaioli- nell’ottica di offrire un servizio sempre più adeguato ai tempi e alle esigenze dei cittadini e dei visitatori di Perugia, dettato dalla volontà dell’amministrazione di rendere la città ancora più smart. Senza dimenticare –ha concluso- il risparmio di tempo e di soldi che ciò comporta per gli utenti.”

“Un sentito ringraziamento va all’amministrazione comunale in particolare all’Assessore Casaioli ed a Saba gestore della sosta –ha dichiarato Giovanni Laudicina, Country Manager Italia di EasyPark- grazie ai quali anche a Perugia è attivo il nostro servizio. Con la nostra App, l’utente può gestire e pagare la sosta comodamente dal proprio cellulare, senza perdite di tempo e stress.”

Come funziona il servizio EasyPark:

Bastano poche e semplici operazioni:

Registrarsi tramite l’App EasyPark (disponibile gratuitamente per iOS, Android e Windows Phone) o attraverso il sito www.easyparkitalia.it, oppure chiamando il n. 089. 92.60.100- e acquistare un credito di sosta, ricaricabile, con carta di credito, anche prepagata, dei circuiti Visa o Mastercard, oppure PayPal o Bonifico Bancario.

Apposta la vetrofania EasyPark sul parabrezza, si può iniziare a utilizzare il servizio.

Per attivare, prolungare, terminare e pagare la sosta, si può utilizzare l’App EasyPark, facile e intuitiva, o accedere alla propria area riservata disponibile nel sito www. easyparkitalia.it oppure utilizzare il servizio telefonico a risposta automatica interattiva, chiamando il numero 089. 92.60.100 dal cellulare registrato.

Le informazioni richieste per iniziare la sosta sono: il ‘codice area di sosta’, disponibile automaticamente sull’App EasyPark attivando la geolocalizzazione e cliccando “Vedi mappa”, o visibile sui parcometri, il numero di targa del veicolo; l’orario previsto di fine sosta, che potrà essere prolungato o interrotto anticipatamente, al rientro in auto.

Gli ausiliari del traffico possono verificare la corretta attivazione della sosta tramite il controllo della targa dell’auto.

Per maggiori informazioni: www.easyparkitalia.it

EasyPark Italia è su Facebook e Twitter