A Tuscia Birra, il sindaco di Montefiascone Massimo Paolini chiarisce l’accaduto

NewTuscia – MONTEFIASCONE – Come sindaco di Montefiascone e in stretta collaborazione con le forze dell’ordine ci stiamo impegnando al massimo per risolvere il problema che si è creato con la Festa della birra del nostro paese.

Il sindaco di Montefiascone, Massimo Paolini
Il sindaco di Montefiascone, Massimo Paolini

A causa di un ritardo nell’invio di un documento con lo spostamento della location da parte degli organizzatori si è creato caos generale che mai avremmo voluto accadesse. Tanto che, per tutto il pomeriggio, ci siamo adoperati per trovare una soluzione alternativa come il Palazzetto, ma non si riusciva a fare in tempo ad allestire il tutto e qui, purtroppo, è arrivata la mano ferma della Questura (a causa anche di alcune segnalazioni) che ha vietato lo svolgersi del dopo serata, che si sarebbe dovuto protrarre da mezzanotte e mezza fino alle due.

E’ mio dovere ringraziare l’assessore Massimo Ceccarelli che si è impegnato a fare la riunione con i residenti del posto per fare in modo che la festa venisse organizzata senza intoppi e in stretta collaborazione con l’assessore Paolo Manzi che, come delegato alla sicurezza, ha seguito tutto l’iter in stretta sinergia con le forze dell’ordine e gli organizzatori della manifestazione.

Tutti gli assessori non hanno fatto altro che collaborare con gli organizzatori senza mettergli alcun bastone tra le ruote.

E’ doveroso ricordare che, come amministrazione, ci siamo impegnati, oltre che con il patrocinio dell’evento, anche nel contribuire economicamente,
a fornire i bagni chimici e a fornire il materiale per gli impianti elettrici per le cantine, mettendo a disposizione un operaio comunale.

Malgrado si possa pensare il contrario, è proprio grazie alla collaborazione con le forze dell’ordine che siamo riusciti a superare questa problematica senza creare disagi né ai cittadini, né ai partecipanti ed agli organizzatori stessi, che potevano rischiare di non fare più la manifestazione e non per nostra volontà ma per le problematiche legate alla sicurezza. I ragazzi, quindi, saggiamente, hanno fermato il dopo serata malgrado sapevano delle tante lamentele che sarebbero nate.

Questa mattina ci siamo incontrati con l’assessore Paolo Manzi, con il Comandante e il Vicecomandante della polizia locale e gli organizzatori di
“A Tuscia birra” e siamo stati in stretto contatto con i Carabinieri e la Questura per far sì che l’evento prosegua così com’è stato programmato e senza intoppi.

E’ nostro dovere fare in modo che tutti i cittadini e tutte le associazioni che hanno a cuore Montefiascone vengano supportate in ogni modo dall’amministrazione: l’impegno da parte nostra è totale insieme alle associazioni del territorio.

L’obiettivo è portare più turisti possibile nel nostro bel paese.

Massimo Paolini
Sindaco Di Montefiascone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci la risposta corretta per lasciare il tuo commento *