Gubbio, al via il Summer Festival

loading...
AL VIA ‘GUBBIO SUMMER FESTIVAL’ APPUNTAMENTO DI RILIEVO CON IL MEGLIO DELLA MUSICA CLASSICA E LE MASTERCLASS DI FORMAZIONE
NewTuscia – GUBBIO – Presentata questa mattina nella Sala degli Stemmi del Comune in piazza Grande, la 28esima edizione di ‘GUBBIO SUMMER FESTIVAL’, in programma dal 23 luglio al 2 agosto. La formula è quella collaudata della presenza di celebri musicisti, docenti e concertisti, e di innumerevoli giovani talenti provenienti da tutto il mondo.
Nel salutare i presenti, il sindaco Filippo Mario Stirati ha ribadito: « E’ un appuntamento di riferimento e di elevata qualità, capace di offrire una grande attrattiva nella doppia formula dei concerti con nomi prestigiosi e dei corsi di formazione. Non posso che ringraziare tutti coloro che riescono in tempi difficili e di grandi ristrettezze economiche, a sostenere uno sforzo finanziario e organizzativo di questo livello. Siamo consapevoli che operazioni come il ‘Gubbio Summer Festival’ innalzano il profilo culturale della città e rappresentano un’ attrattiva per un pubblico di qualità, anche se il nostro intervento deve tener conto purtroppo della fase di perdurante e grave situazione finanziaria. Un plauso dunque al direttore artistico Katia Ghigi, a Giovanni Sannipoli per la parte organizzativa, all’associazione ‘Amici della Musica’ ». Si è unito ai ringraziamenti anche l’assessore Augusto Ancillotti che ha sottolineato: « Per un appassionato di musica come me, con un padre violoncellista alla Scala di Milano, questo è un programma di puro godimento. E’ un patrimonio prezioso della città, che contribuisce ad arricchire, con il radicamento nel territorio, l’attenzione alla formazione, la qualità dei concerti del cartellone. Durante il festival, alcuni dei luoghi più caratteristici della Città storica si popolano di musicisti ed appassionati, regalando emozioni e splendide serate estive ». Anche Giancarlo Pellegrini in rappresentanza della ‘Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia’, ha confermato l’impegno economico assunto dall’istituto bancario, proprio per la qualità della proposta e il carattere formativo rivolto ai giovani, sottolineando nel contempo la difficoltà a far fronte alle innumerevoli richieste di finanziamento. Il direttore del Festival Katia Ghigi ha messo in evidenza luci ed ombre, annunciando l’intenzione di abbandonare la direzione dell’evento: « Il ringraziamento va a tutti coloro che a vario titolo ci sostengono e collaborano alla migliore riuscita del festival.
Ci sono però condizioni che mi spingono in tal senso, pur continuando ad assicurare il massimo impegno per progetti legati alla musica. Abbiamo dovuto prendere atto del calo delle risorse economiche, della contrazione del periodo disponibile che ha fatto rinunciare alla presenza alcuni Maestri, al numero inferiore di allievi iscritti, 150 anziché 220. Il livello è comunque altissimo, basti pensare che assisteremo al ritorno e all’esibizione del Maestro Caroli. Gli allievi partecipanti provengono comunque da tutto il mondo, e anche la 28a edizione sarà caratterizzata da un importante cartellone in cui si succederanno lezioni, seminari, laboratori musicali, concerti dei docenti e dei migliori allievi di Gubbio. Per festeggiare questo importante traguardo, alcuni concerti saranno preceduti da un “omaggio” musicale offerto da gruppi di giovani emergenti, in collaborazione con ‘Gubbstock’. E’ con tali fattezze che si manifesta la cultura, quella cui tanto teniamo: non semplice evento, contingente e fine a sé stesso, non vezzo virtuosistico di qualche talentuoso, ma processo di intrattenimento, crescita, conoscenza. E’ in tale direzione che sono davvero orgogliosa di aver dato vita all’Orchestra da Camera di Gubbio, che avrà un ruolo importante anche in questa edizione ». Per il programma completo www.gubbiosummerfestival.it, facebook Gubbio Summer Festival.
PRESENTATI GLI INCONTRI ‘STORIE DI GUBBIO’ 2017 CON APPUNTAMENTI SUL TERRITORIO
Sono stati presentati questa mattina in conferenza stampa gli incontri del programma culturale ‘STORIE DI GUBBIO’ edizione 2017, promosso dal Comune e dalle pro-loco del territorio coinvolte nel progetto. Erano presenti il sindaco Filippo Mario Stirati e l’assessore Augusto Ancillotti, nonché rappresentanti delle relative pro-loco. « Dopo il positivo riscontro ottenuto nell’anno 2016 – ha spiegato il sindaco Stirati – con i quattro incontri di approfondimento sui quartieri cittadini, la proposta di quest’anno punta ad affrontare grandi temi di interesse culturale con storia, architettura, antropologia, nel territorio extraurbano di Gubbio. E’ un territorio vasto e complesso, articolato nelle sue specificità di ricordi e memoria, lavoro e cultura. La novità è quella di fare un’iniziativa coordinata attraverso approfondimenti con studiosi, storici e ricercatori. L’intento è anche quello di superare il divario ‘città – campagna’, per recuperare un unico senso di appartenenza e di identità, come era piazza 40 Martiti, luogo di mercato e incontro tra varie realtà sociali ».
L’assessore Ancillotti ha poi spiegato in dettaglio il programma, che parte da alcune zone con la finalità di allargarsi negli anni successivi ad altre località del territorio: « Sono incontri che, come nella precedente edizione, puntano all’approfondimento e divulgazione di ricerche capaci dunque di motivare l’identità culturale di Gubbio diffusa nell’intero territorio, grazie all’aiuto di esperti in materia. Si comincia martedì 18 luglio con Ponte d’Assi alle ore 21.45 “Ponte d’Assi. Tracce di architettura. La scuola materna “Dr. Senatore Borletti” e con l’ex fornace “Gualtiero Fagioli”. Ne parlerà Paolo Belardi, dell’ Università degli Studi di Perugia-Accademia Belle Arti di Perugia e anche direttore dell’Accademia di Belle Arti di Perugia ». Questi gli altri incontri: – giovedì 17 agosto, ore 21.15 a Branca “La miniera di Branca. Note d’Archivio”, ne parlerà Fabrizio Cece, storico e ricercatore d’archivio; martedì 22 agosto, ore 21.15 a Mocaiana “La Pieve di S. Stefano di Loreto e la diffusione del Cristianesimo nel territorio eugubino fra tarda Antichità e Alto Medioevo”, ne parlerà Gianfranco Binazzi, Università degli Studi di Perugia; lunedì 4 settembre a Padule, ore 21.15 “Padule e la sua storia. Dal monastero di San Donato di Pulpiano all’abbazia di Santa Maria D’Alfiolo”, ne parleranno Fabrizio Cece, storico e ricercatore d’archivio e Sandro Tiberini, deputazione Storia Patria per l’Umbria. La grafica dei manifesti è a cura di Elisa Petrelli.
ALLA SPERELLIANA INCONTRO SUL TEMA “LA COLTIVAZIONE DEL NOCCIOLO IN ALTA UMBRIA”
Lunedì 17 luglio alle ore 18, si terrà presso la sala ex Refettorio della Biblioteca Comunale Sperelliana, un incontro sul tema “La coltivazione del nocciolo in Alta Umbria”, patrocinato dalla Regione dell’ Umbria e dal Comune di Gubbio. Si parlerà di una delle tante eccellenze agro-alimentari della Regione. Introdurrà i lavori il sindaco Filippo Mario Stirati e interverranno Luigi Catalano . CIVI Italia Roma ‘Scelta varietale, tecnica  colturale, meccanizazione, avversità, qualità’; Fabio Rossi – F.A.T. – Fattoria Autonima Tabacchi ‘Modello di organizzazione, accordi a lungo termine’.
Le conclusioni saranno affidate all’ assessore Regionale Fernanda Cecchini. L’incontro segue a un mese di distanza l’incontro avuto dall’assessore Giordano Mancini a Città di Castello presso la sede della FAT, con i responsabili di una multinazionale dell’industria dolciaria per valutare il possibile impianto di noccioleti in Alta Umbria e la conseguente rete di servizi necessaria per la coltivazione. Per gli agricoltori interessati, l’opportunità si presenta come eventuale alternativa alle coltivazioni cerealicole.
Si tratta di un progetto ambizioso e di sviluppo delle politiche agricole del territorio, capace di creare nuove forme di economia di settore ed una contemporanea rigenerazione mirata delle colture che potrebbero interessare gli agricoltori del Comune e per il quale l’amministrazione darà massimo supporto ai soggetti interessati. In varie occasioni l’assessore regionale all’agricoltura Fernanda Cecchini ha espresso la volontà della Regione Umbria di collaborare e promuovere rapporti di sviluppo tra pubblico e privato in tema di agricoltura. Per ulteriori informazioni e approfondimentoi, gli interessati potranno rivolgersi al Servizio Sviluppo Economico del Comune, ai seguenti numeri telefonici 075 9237704 – 718.
BREVI INTERRUZIONI DEL TRAFFICO PER RIPRESE SPOT ‘MOTO GP’ SU STRADA DEL ‘BOTTACCIONE’
In occasione delle riprese per la realizzazione di un cortometraggio, che verranno effettuate nella giornata di domani venerdì 14 luglio sul percorso Gubbio-Madonna della Cima, si precisa che saranno ridotti al minimo i disagi per la circolazione e sarà possibile comunque il transito dei veicoli durante gli stop delle riprese, in cui si vedrà in azione una moto sportiva.
L’occasione promozionale per Gubbio e per il territorio è notevole, in quanto le immagini realizzate dalla produzione Motosprint, periodico del Gruppo Corriere dello Sport,  andranno in onda nel mese di agosto, durante il MotoGP, su Sky Sport Italia, con oltre un milione di telespettatori e sul web con canali dedicati. ‘Motosprint – The Test’ è il nome del programma condotto da Riccardo Piergentili, dedicato alle moto di serie per testare le moto più interessanti del mometno, in cui l’ironia si fonde con la tecnica.
BILANCIO PIÙ CHE POSITIVO PER ‘GUBBIO SCIENZA 2017’ CHE GUARDA ALLA NASCITA DI UN POLO SCIENTIFICO
Dopo dieci giorni Gubbio Scienza 2017, alla sua edizione zero, è giunta al termine. Bilancio positivo, soddisfazione e orgoglio ma ancora tanto il lavoro da fare e le sinergie da stringere per raggiungere l’obiettivo del medio-lungo termine: realizzare il Polo Scientifico dedicato alle micro energie. Alcuni numeri e dati: – 10 i CAFFÈ SCIENTIFICI che hanno animato piazza Oderisi, piazza Grande, piazza Bosone, Piazza Giordano Bruno e piazza San Giovanni, con 29 ospiti tra giornalisti, docenti universitari, scienziati internazionali, avvocati, commercialisti, amministratori, imprenditori, sismologi, artisti; almeno 1000 le persone che hanno partecipato come pubblico. Si è discusso di robotica, di terremoti, del calcolo delle probabilità, delle leggi della fisica e della matematica che tocchiamo con mano tutti i giorni, delle difficoltà del mondo dell’imprenditoria e delle sfide degli amministratori nel traghettare le città medievali verso il traguardo delle “città Smart”.
Bellissime infine le immagini delle piazze vive e pulsanti, grazie alla collaborazione e alla disponibilità di bar, pub e pizzerie; – 7 gli EXHIBIT interattivi in giro per il centro storico di Gubbio, pensati per curiosi di ogni età: centinaia di persone hanno partecipato attivamente. Grandi e piccini hanno camminato sull’acqua, hanno scoperto che le vibrazioni del cruscotto di un’auto possono alimentare molti sensori evitando il cablaggio della vettura con metri e metri di cavi, hanno visto illuminarsi su un monitor quanta energia producono qualche passo, hanno pedalato su delle cyclette per ricaricare cellulari o per far accendere una lampadina; – 15 LABORATORI PER BAMBINI, in Ludoteca e in Biblioteca, con oltre 500 bambini e ragazzini coinvolti, con i laboratori gratuiti sold out già settimane prima dell’avvio dell’evento; – 3 giorni intensi dedicati alla NiPS SUMMERSCHOOL al Centro Servizi Santo Spirito: 40 i ragazzi arrivati da India, Giappone, Algeria, Francia, Germania, Svezia, Spagna, Lituania, Paesi Bassi, dalle università di Perugia, Trento, Pisa, da La Spaienza di Roma.
Alla sua ottava edizione erano arrivate richieste anche dal Malawi, dal Nepal e dall’Egitto ma problemi relativi al visto hanno impedito agli studenti di partecipare; – 10 le lezioni sul tema ENERGY HARVESTING: MODELS AND APPLICATION con ricercatori e professori a insegnare l’energia: dalle leggi base della termodinamica passando per l’entropia fino a come migliorare l’efficienza energetica delle batterie dei telefonini; – 4 giorni con 60 tra speaker e auditori: studiosi, scienziati, professori,responsabili di aziende provenienti da Nuova Zelanda, Argentina, Giappone, Usa, India, Francia, Inghilterra , Lussemburgo, Svezia, Germania, Spagna, Irlanda, Italia, Iran, Belgio, Lussemburgo. Un successo anche l’INTERNATIONAL CONFERENCE MICRO ENERGY sulle micro energie, articolata in 4 tematiche: micro energy trasformation, dissipation, storage, use; – oltre 20 le realtà che hanno partecipato alla giornata dedicata al TRASFERIMENTO TECNOLOGICO. Workshop mattutino, spazi espositivi ed incontri BtoB con, tra gli altri, Sviluppumbria, Meccano, Wisepower, Università Politecnica delle Marche, Università di Camerino, NIPS LAB- Università degli Studi di Perugia. Un appuntamento per favorire il networking e creare opportunità di business per le aziende del territorio umbro-marchigiano che operano nel settore dell’energia e delle tecnologie
microelettroniche.
Occasione per gruppi di ricerca spin-off e start up innovative dell’Umbria e delle Marche di mostrare le loro innovazioni nel campo delle energie rinnovabili e del risparmio energetico; – 70 i progetti
arrivati da tutta Italia per il CONTEST promosso da NiPS LAB e pensato per gli studenti degli istituti superiori. STUDENTS VS ICT ha visto la premiazione all’interno di Gubbio Scienza e del MICRO ENERGY DAY dei
migliori progetti delle tre sezioni grafica, software, elettronico e telecomunicazione. 5 i premi consegnati a studenti di istituti di Todi, Martina Franca, Trapani, Castiglione del lago e Perugia. L’intento era quello di coinvolgere i giovani sulla promozione e sensibilizzazione verso la riduzione dei consumi energetici nei dispositivi Information Comunication Technology. “La manifestazione Gubbio Scienza 2017 rappresenta una tappa in un cammino – afferma il coordinatore di Gubbio Scienza Luca Gammaitoni – che è partito dal convegno del 7 novembre 2016, con l’obiettivo di presentare un’ipotesi di progetto: realizzare un polo scientifico a Gubbio. La seconda tappa è stata la manifestazione Gubbio Scienza, con la finalità di mostrare al territorio cosa potrebbe succedere in questa città, tutto l’anno, se ci fosse un polo scientifico stabilmenteinsediato. La terza tappa sarà la firma del protocollo d’intesa tra i soggetti interessati per la costituzione del consorzio/fondazione per il polo scientifico.
I tempi di questa terza, fondamentale tappa sono vicini e l’obiettivo è di giungervi entro l’autunno 2017. Per raggiungere la terza tappa serve ancora molto lavoro,  occorre coinvolgere ed interessare i vertici politici della regione Umbria e della Regione Marche, nonché il governo centrale. Senza il contributo economico ed il supporto istituzionale offerto da queste istituzioni sarà difficile poter adire alla costruzione del polo scientifico, pur in presenza dell’entusiastico supporto delle imprese e delle università. Questo è uno di quei casi in cui la buona politica può fare la differenza. Speriamo che la faccia”. Gubbio Scienza 2017 è stato fortemente voluto dall’Università degli Studi di Perugia- Laboratorio Nips, dipartimento di Fisica e Geologia e dal Comune di Gubbio, con la partecipazione di POST Museo della Scienza di Perugia, Psiquadro, DeD Comunicazione, Wisepower srl. Il tutto con il supporto di Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia. Main Sponsor: Colacem e Colabeton. Gubbio Scienza 2017 vorrebbe aprire la strada alla realizzazione di un POLO SCIENTIFICO vocato alle micro e nano energie per l’uso domestico e l’alimentazione di dispositivi elettronici portabili; un punto di riferimento internazionale nel settore delle nuove energie, un polo scientifico pubblico, con sede nel territorio di Gubbio.
Luogo di studio e innovazione grazie all’Università degli Studi di Perugia, l’Università per Stranieri di Perugia, e le università marchigiane di Ancona, Camerino e Urbino. L’idea è quella di creare un CENTRO RICERCA, un CENTRO DI ALTA FORMAZIONE, un CENTRO DI DIVULGAZIONE SCIENTIFICA un INCUBATORE DI IMPRESA. Nella pagina Facebook Gubbio Scienza si può trovare materiale fotografico, interviste agli organizzatori e ai partecipanti, al direttore del gruppo Meccano Letizia Urbani, al sindaco di Gubbio Filippo Mario Stirati, al coordinatore dell’evento Luca Gammaitoni. Visionabili anche alcuni servizi trasmessi dalle emittenti televisive umbre, l’intervista a Rai Radio 3, le pubblicazioni on line dedicate all’evento. Nel sito www.gubbioscienza.it il blog di Irene Fabbri per conoscere i temi dei vari caffè scientifici promossi. Fonte: Elisa Neri – ufficiostampa@gubbioscienza.it
RITROVAMENTO DI UN TELEFONO CELLULARE
L’Ufficio Economato rende noto che è stato smarrito ed è giacente presso la depositeria Comunale un telefono
cellulare. Chi l’avesse smarrito è invitato a presentarsi presso l’Ufficio Economato per ritirarlo nel termine di
un anno a decorrere dal 13 luglio, con avvertenza che, trascorso inutilmente il termine fissato, detti oggetti
verranno consegnati al ritrovatore, come disposto dall’articolo 929 del Codice Civile.