Incendi: Bonafoni (MDP), comune batta un colpo di fronte a emergenza di questi giorni

Marta Bonafoni
Marta Bonafoni

NewTuscia – ROMA – In queste ore si fa il punto sui danni causati dall’incendio che – da ultimo nella notte tra venerdì e sabato – ha colpito ancora una volta il quadrante est della città, tra Centocelle, Alessandrino e Cinecittà est. Cittadini, comitati e associazioni chiedono a gran voce la dichiarazione di stato d’emergenza, una richiesta – qualora come sembra ne venissero confermate le ragioni – che faccio mia con grande convinzione, ma che non può che partire in primis dal Comune di Roma.

Il Campidoglio deve uscire dal torpore in cui sembra piombato dopo le fiamme e prendere in mano la situazione. Non ci sono infatti soltanto le temperature e la siccità sopra la media a determinare la situazione degli incendi a Roma, purtroppo anche la scarsa manutenzione degli spazi verdi da parte di Roma Capitale è parte del problema. Per non parlare del fatto che il ruolo di capo della Protezione Civile comunale è ancora ricoperto ad interim dal capo dei vigili urbani.

La Regione dal canto proprio non può che essere pronta a sostenere una richiesta di questo tipo, dato l’allarme e la preoccupazione suscitati dal fumo e dalle fiamme dell’altra sera. Da giorni d’altra parte stiamo fronteggiando una situazione critica su tutto il territorio regionale, dove gli incendi sono stati nel solo mese di giugno quasi quattro volte tanti quelli dello stesso mese dello scorso anno. Una situazione in cui certo non ha aiutato l’abolizione da parte del governo del Corpo Forestale dello Stato: venuta meno, ad esempio, la flotta di elicotteri messi a disposizione a livello centrale, la Regione si è dovuta dotare di 10 mezzi propri che rischiano di non bastare di fronte a una stagione eccezionale come quella appena iniziata. A dichiararlo in una nota Marta Bonafoni, consigliera regionale di Mdp – Articolo 1

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *