Molestie: accordo Unindustria, Cgil Roma e Lazio, Cisl Roma capitale e Rieti, Cisl Lazio e Uil di Roma e del Lazio

NewTuscia – Rmolestie sul lavoroOMA – Unindustria, CGIL, CISL e UIL di Roma e del Lazio hanno sottoscritto oggi, sulla base dell’Accordo Quadro delle parti sociali europee del 26 aprile 2007 e di quello stipulato a gennaio 2016 tra Confindustria e CGIL, CISL e UIL, un importante Accordo sul tema della prevenzione e del contrasto alle molestie ed alla violenza nei luoghi di lavoro.

 Unindustria, CGIL, CISL e UIL di Roma e del Lazio vogliono condividere un percorso teso ad aumentare la consapevolezza dei datori di lavoro, dei lavoratori, delle lavoratrici e dei loro rappresentanti sul tema. Le parti hanno ritenuto inoltre fondamentale che il rispetto reciproco della dignità a tutti i livelli all’interno dei luoghi di lavoro è una delle caratteristiche essenziali delle organizzazioni di successo. Questa è la ragione per cui ogni atto o comportamento che si configuri come molestie o violenza nei luoghi di lavoro è inaccettabile. La dignità delle lavoratrici e dei lavoratori non può essere violata da atti o comportamenti che si configurino come molestie o violenza.

 L’accordo è volto quindi a promuovere iniziative di informazione e formazione per la prevenzione dei comportamenti violenti e non rispettosi della dignità delle persone. L’identificazione di strutture esterne all’azienda, alle quali la lavoratrice o il lavoratore che ritengano essere vittime di eventuali molestie o di violenza potranno rivolgersi, avverrà mediante la costituzione di un tavolo di monitoraggio regionale presso la sede di Unindustria.

Tra le azioni messe in campo dall’Associazione e dai sindacati, vi è l’impegno a dare diffusione all’accordo, in particolare presso i propri associati, lavoratori e lavoratrici, e a promuovere i principi dell’accordo stesso nei luoghi di lavoro, anche attraverso l’adozione della dichiarazione derivante dal citato Accordo Quadro europeo.