Lugnano in Teverina, domenica spettacolo “Sogno di una notte di mezzo inverno”

Panoramica di Lugnano in Teverina
Panoramica di Lugnano in Teverina

NewTuscia – LUGNANO IN TEVERINA – Si intitola “Sogno di una notte di mezzo inverno”, lo spettacolo che andrà in scena domenica alle 19 alla Piazzetta di Via della Loggia per Verdecoprente 2017.

Liberamente tratto e assemblato da “Almost Maine” di John Cariani (trad. Jacopo Costantini) con Jacopo Costantini, Ludovico Rohl, Giulia Trippetta, Silvia Zora, regia di Samuele Chiovoloni. “Sogno di una notte di mezzo inverno” è la narrazione per estratti di una cittadina non ben identificata, in un freddo venerdì sera, e delle storie intersecate dei suoi abitanti. Il testo di riferimento è Almost Maine di John Cariani, un vero e proprio bestseller del teatro americano contemporaneo.

Fra incontri improvvisi, amori laceranti, rimorsi, incomunicabilità e situazioni paradossali gli abitanti di Almost Maine fanno esperienza della sconfinata gamma di sentimenti che attiene alla grammatica dell’amore. Un gigantesco dono da restituire, un’aurora boreale da aspettare in un campo di patate, una rubrica delle cose che possono fare male da compilare insieme a una sconosciuta negli spazi angusti di una stireria. Spaccati di vita ritratti in una istantanea imprecisa, quasi casuale, in bilico fra ordinario e straordinario.

Il progetto vuole rivolgersi a tutte le età e tutte le tipologie di spettatori, formalizzandosi come un’opera di finzione schietta e divertente, un ritratto poliedrico delle compulsioni amorose che interessano il nostro tempo. Compagnia Indipendente dei Giovani Umbri tenterà, durante il periodo di residenza al Verdecoprente, di sviscerare in profondità le metafore sottese al testo ed elaborare una grande anteprima.

Compagnia Indipendente dei Giovani Umbri è un collettivo indipendente nato dall’idea di Jacopo Costantini. Un nuovo soggetto che si propone di aggregare i giovani professionisti della regione (tutti i componenti sono al di sotto dei trent’anni) intorno a progetti condivisi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *