Roma, Verelli (Ugl): “Raggi 7 e mezzo? Noi la rimandiamo a settembre”

loading...
Fabio Verelli
Fabio Verelli

NewTuscia – ROMA – “Sette e mezzo? Noi la rimandiamo a settembre”. Questo il commento di Fabio Verelli, responsabile Ugl Roma, al voto che il sindaco di Roma, Virginia Raggi, si è data dopo un anno di governo della città.

“Purtroppo la situazione attuale della Capitale non ci consente di promuovere la Raggi a pieni voti. Basta girare per i quartieri del centro e della periferia per vedere molto chiara e nitida l’immagine di una città abbandonata al degrado – spiega Verelli – sporca, poco curata e con le strade dissestate, sebbene gran parte della campagna elettorale si fosse incentrata sull’insidioso ‘tema delle buche’ “.

“Per non parlare dello scenario economico – aggiunge -, sempre meno florido, con le grandi industrie che abbandonano Roma preferendole Milano”.

“Per ora la strategia di governo di questa Giunta si è avvertita molto poco. Rimandiamo quindi a settembre il nostro sindaco – conclude Verelli – nella speranza che i cambiamenti tanto rilevanti di cui parla possano finalmente cominciare a far vedere i loro effetti”.