Stasera in piazza Manni a Orte il gruppo teatrale Scacco matto con ”I soldi non puzzano”

Stefano Stefanini

NewTuscia – ORTE –  teatro i soldi non puzzano OrteUna delle più belle piazze del centro storico, intitolata al senatore risorgimentale Angelo Giuseppe Manni,  ospiterà questa sera alle 20,30 la Cena spettacolo “I soldi non puzzano” messa in scena dal Gruppo teatrale Scacco Matto, con interpreti Silvia Palozzi, Egidio Beritognolo e Antonio Trippetti. I testi sono di Italo Conti e la regia è curata da Selena Della Melina.

Di fronte alla chiesa di San Francesco con l’annesso chiostro , con il giardino e la mole dello storico d Palazzo che fu del patriota del Risorgimento in Toscana, Umbria e Lazio, senatore del Regno d’Italia e primo presidente della deputazione o provincia di Viterbo, conte Angelo Giuseppe Manni,  la suggestione di una cena spettacolo, allietata dal sempre esilarante e divertente Gruppo Teatrale “Scacco Matto” che da decenni ormai mette in scena pièce teatrali ispirate ai vizi privati ed alle pubbliche virtù di comportamenti, personaggi e costumi della vita quotidiana.

La rappresentazione si ispira alla locuzione latina “pecunia non olet”, “il denaro non ha odore” riportata dallo storico romano Svetonio (I sec d.C.) nei Vita dei Cesari VII, ripresa da Dione Cassio e attribuita  all’imperatore Vespasiano a cui il figlio Tito aveva rimproverato l’imposizione della tassa sui bagni (latrine) gestite dai privati, denominati  “vespasiani”. Il gettito della tassa era cospicuo e si narra che l’imperatore Vespasiano, odorando le monete che erano state gettate per sfregio in uno dei bagni,  avrebbe pronunciato l’affermazione “il denaro non ha odore”, con tutte le interpretazioni che ne derivano.

Il pubblico di questa sera scoprirà piacevolmente quanto la locuzione italianizzata si presti a stigmatizzare comportamenti , tendenze e vizi dell’uomo e della donna nella vita di tutti i giorni:  anche in questa cena spettacolo il pubblico sarà coinvolto in divertenti suggestioni e situazioni, sintetizzabili in una delle migliori finalità del Teatro, in ogni tempo e in ogni latitudine, “castigat ridendo mores”: ridendo corregge i costumi.

La manifestazione è patrocinata dalla Pro Loco e dal Comune di Orte.