“Romeo e Giulietta” a Orte

Stefano Stefanini

Orte
Orte

NewTuscia – ORTE /VITERBO – Con il patrocinio del  Comune di Orte e  dell’Associazione Pro Loco  tornerà  nella Tuscia la compagnia teatrale Il Demiurgo nell’Insula Aurea del borgo antico di Orte, con il “Romeo e Giulietta”, con la suggestiva formula delle scene itineranti negli ambienti più suggestivi di palazzi, balconi, piazzette,  vicoli e panorami dal 23 al 25 giugno prossimi.

Il Centro storico si trasforma in un set ove la magia del Teatro rievoca le leggende di amori e  passioni che i secoli non hanno affievolito, per immergere lo spettatore nella suggestione della storia ambientata nell’antica Verona, ma rievocata nella città che ha alimentato un’altra leggenda  medievale altrettanto struggente come quella della fanciulla Bertrada e del suo Cavaliere.

In sintesi una delle più struggenti leggende popolari  legate alle superstizioni del popolo nel più buio Medio Evo di Horta, in occasione di gravi malattie contagiose come la peste, una strega, abusando della credulità e dell’esasperazione  del popolo impone che si sacrifichi una fanciulla illibata per placare la pestilenza. Nei tafferugli legati al rapimento della giovane Bertrada dalla sua casa per il sacrificio pagano, il vescovo di Orte Damaso, cieco e malato, accorso per difendere la fanciulla e  dissuadere la folla dalla follìa della superstizione,  viene ucciso dalla folla  e la bella Bertrada viene messa in salvo da un giovane cavaliere. La triste leggenda si conclude con due diversi finali, il primo in cui si perdono le tracce dei due giovani ed il secondo, più tragico, si conclude con la morte per spavento della giovane.

La compagnia teatrale ha fatto della formula itinerante il proprio marchio di fabbrica (vedi I comignoli di Mary Poppins in trasferta al Castello Lancellotti di Lauro) ed ha raccolto già molti consensi con la prima rappresentazione viterbese nella suggestiva Civita di Bagnoregio (vedi Dal balcone alla rupe, per il Romeo e Giulietta di Civita di Bagnoregio).

Anche in questa seconda serie di repliche del romantico dramma shakespeariano, assume fondamentale dignità drammaturgica il luogo scelto – il Centro storico di Orte, l’Insula Aurea  medievale e rinascimentale a strapiombo sulla rupe tufacea, un balcone sulla Valle del Tevere  – per ambientare le tragiche vicende dei due più famosi (e sfortunati) innamorati del teatro mondiale.

Lo spettacolo, comunica la compagnia, catapulterà gli spettatori in una dimensione altra per vivere in prima persona le vicende dei Montecchi e dei Capuleti e la loro tremenda faida che insanguina la città, potranno viaggiare spostandosi per le vie del borgo come fossero nell’antica Verona cantata da Shakespeare, danzare con i personaggi partoriti dalla penna del bardo immortale, mescolarsi a loro, viverne le angosce e i patimenti, gli amori e gli odi.

Ci precisa la collega dell’Ufficio Stampa Chiara Siniscalchi della Compagnia Il Demiurgo che “Romeo e Giulietta” di William Shakespeare, regia e adattamento di Francescantonio Nappi, sarà allestita con scene  itineranti  presso gli ambienti più suggestivi del Borgo di Orte  da venerdì 23 a domenica 25 giugno. Saranno allestiti tre spettacoli  giornalieri  alle ore 19, 21 e 23 ed è fortemente consigliata la prenotazione.   Per ulteriori informazioni: telefoni 331.3169215 / 392.3501780 – mail info.demiurgo@gmail.com – sito internet www.ildemiurgo.it – pagina facebook www.facebook.com/ildemiurgo1 .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci la risposta corretta per lasciare il tuo commento *