Bruno Federici (per Giovagnoli sindaco) sul Sant’Anna di Ronciglione

NewTuscia – RONCIGLIONE – Non si può fare informazione dando delle notizie distorte e prive di fondamento.
Il “Reparto” di ematologia dell’ospedale Sant’Anna di Ronciglione anzitutto, non è un reparto (in quanto non presenti alcuni servizi fondamentali tra i quali la degenza) , ma un abruno federicimbulatorio e day hospital; tale “reparto (cosi chiamato da chi fa disinformazione)”, verrà spostato a Belcolle per motivi logistici; questa è una decisione della Direzione Sanitaria dell’Asl. la quale ha ritenuto necessario, soprattutto nell’interesse dei pazienti, trasferire i due servizi presso la nuova ala di Belcolle che aprirà probabilmente entro il 2018.

Infatti le prestazioni effettuate a  Ronciglione erano ritenute temporanee in attesa dell’ultimazione dei lavori a Belcolle.

Purtuttavia, a differenza di quanto falsamente affermato in questi ultimi giorni, la struttura ospedaliera di Ronciglione non chiuderà i battenti, anzi sarà totalmente rafforzata grazie al varo della Casa della Salute:

Se non fosse stato per l’Amministrazione uscente, l’ospedale Sant’Anna di Ronciglione avrebbe avuto un solo e unico destino.
Insieme al Direttore Generale  e al Direttore delle cure primarie dell’Asl, l’attuale Amministrazione si è mobilitata per rendere la struttura ronciglionese efficace ed indispensabile. Una struttura esclusiva, nella quale verranno fatte cure ed interventi chirurgici unici nel Viterbese. Una casa della salute che comprende molteplici attività e che riattiverà a pieno le due sale operatorie dell’Ospedale Sant’Anna.

Chirurgia dermatologica, oculistica, chirurgia del ginocchio, medicina sportiva, un polo infermieristico e il potenziamento degli ambulatori oggi già presenti; sono questi gli ambiti per i quali l’Ospedale Sant’Anna sarà specializzato, caratterizzato e interamente operativo. Uno sforzo da apprezzare che è costato tanto lavoro all’Amministrazione uscente.

Perché i nostri avversari politici non comprendono i benefici che la Casa della Salute porterà a
Ronciglione ed ai Ronciglionesi? Come fa qualche candidato sindaco a garantire una decisione che non è di competenza del Comune? Perchè altre liste promettono ai cittadini qualcosa che è impossibile da attuare?

È triste constatare che queste persone continuino incessantemente a promettere la non chiusura di un reparto (che reparto non é), che sarà impossibile non accorpare a Belcolle per decisioni non attribuibili a questa Amministrazione.

Il Dottor Cimarello (Direttore delle cure primarie della Asl), intervenuto su invito del Sindaco, presso l’Acaar, in un incontro organizzato dalla stessa associazione ha spiegato chiaramente che l’accorpamento con la degenza e gli altri servizi ematologici oggi presenti a Belcolle – oltre che a rendere razionale il servizio – è necessario soprattutto nell’interesse dei pazienti.

Io ero presente a quell’incontro, per informarmi realmente sui fatti e posso garantirvi che nessuna delle promesse elettorali avanzate dalle altre liste è attuabile.

Quel che si poteva fare è stato fatto, tant’è che lo stesso Dott. Cimarello ha precisato: “dovete essere orgogliosi del lavoro fatto dall’Amministrazione Ronciglionese”.

Invece di apprezzare lo sforzo profuso dall’amministrazione, continuano incessantemente a fare promesse impossibili che porterebbero, se attuate, alla chiusura della nostra struttura (per intero).

Io insieme agli altri candidati della Lista Ronciglione Avanti troviamo  tutto questo fuori luogo, non adatto ad una campagna elettorale che a parere nostro deve rispettare gli elettori a garanzia della verità.

Bruno Federici
Candidato RONCIGLIONE AVANTI per GIOVAGNOLI SINDACO