VivaViterbo: “Da qui alla fine un governo balnelettorale per Michelini”

NewTuscia – VITERBO – I prossimi mesi vedranrossi barelli de alexandrisno venire molti nodi al pettine per l’amministrazione comunale di Viterbo.
Assisteremo a quello che si potrebbe definire un “governo balnelettorale” preso tra la morsa delle festività estive (la Viterbo città dei festival estivi di cui a oggi non c’è nemmeno la delibera) che in città si concludono con Santa Rosa, (evento di cui non ci risulta si stia programmando alcun tipo di promozione) e le numerose elezioni, dalle amministrative di giugno alle provinciali di luglio fino alle regionali e e le politiche di febbraio.
Tale mix esplosivo si completerà per la risicata maggioranza Michelini con la necessaria approvazione del bilancio consuntivo ma anche e soprattutto con delicate questioni legate alle società partecipate come Francigena e Talete: questioni per le quali ad oggi nessun segnale arriva dall’assessore al bilancio Luisa Ciambella.
Quale futuro per Talete? Pubblico o privato? E quale futuro per lavoratori dimenticati dalla maggioranza di Palazzo dei Priori.
Lavoratori come quelli del settore tecnologico della Francigena per i quali il prossimo 30 giugno scadrà la proroga del servizio. A oggi non hanno avuto nessuna risposta dal Sindaco in merito al loro futuro lavorativo.
Si salveranno i posti di lavoro con l’affidamento in house a Francigena? Tutto tace, nessuno parla. Cosa ne è di una consulenza tecnica commissionata dal comune   che avrebbe dovuto far luce sulle prospettive anche economiche del servizio tecnologico? Un servizio che, tra le altre cose, ha il delicato compito di certificare la sicurezza delle caldaie delle scuole cittadine. Chissà che nei prossimi giorni non ci siano inaspettate novità…
Almeno sul tema del lavoro ci saremmo aspettati maggiore attenzione…

Giacomo Barelli
Portavoce lista civica Viva Viterbo