Regione Lazio. Panunzi: 89 milioni di euro in più per il Psr

loading...
Enrico Panunzi
Enrico Panunzi

NewTuscia – ROMA – Oltre 89 milioni di euro di risorse aggiuntive per il Programma di sviluppo rurale (Psr). E’ questo il contenuto di una delibera della Regione Lazio che andrà a supportare l’intero settore agricolo, strategico per l’economia del Viterbese. L’obiettivo della delibera, che è in attesa del via libera da parte dell’Unione europea e rappresenta un vero e proprio rifinanziamento del Psr, è quello di sostenere lo sviluppo del settore primario e agroalimentare, il ricambio generazionale, la diffusione delle pratiche agro-climatico-ambientali e il benessere animale, il Fondo Europeo Affari Marittimi e Pesca (Feamp) e l’Ocm vino.

Quasi 73 milioni di euro andranno per il finanziamento delle graduatorie di ammissibilità, per i bandi pubblici a oggi adottati, per le seguenti misure: misura 4.1.1 per investimenti nelle aziende agricole per il miglioramento delle prestazioni (stanziati 9.581.577,21 euro); misura 4.2.1 per investimenti nelle imprese agroalimentari: (stanziati 14.500.000 euro); misura 6.1 per aiuti all’avviamento di imprese di giovani agricoltori (stanziati 21.000.000 euro); misura 10 per i pagamenti per impegni agro-climatico-ambientali (stanziati 8.246.373, 45 euro); misura 14 per il benessere degli animali (stanziati 19.345.763,97 euro); misura 19 per il sostegno allo sviluppo locale leader (stanziati 203.765,34 euro).

Sempre per il PSR 2014-2020 sono previsti 500.000 euro per i servizi di consulenza, sostituzione e assistenza alla gestione delle aziende agricole (misura 2); 500.000 euro per il ripristino del potenziale produttivo agricolo danneggiato da calamità naturali e da eventi catastrofici (misura 5); 8.539.106 euro per interventi per lo sviluppo dei servizi di base e del rinnovamento dei villaggi nelle zone rurali (misura 7);1.000.000 euro per la misura Ocm vino-investimenti; 2.110.894 euro per l’attuazione del Feamp 2014-2020 a favore dei Flag”GAC Lazio Nord” (1.060.894 euro) e “Lazio Mare Centro” (1.050.000 euro). Infine 3.500.000 euro andranno a titolo di risorse regionali aggiuntive per il finanziamento dell’aiuto eccezionale per i mancati redditi dei produttori del latte e degli allevatori di altri settori zootecnici e 8.246.373, 45 euro sono stati accreditati ad Agea per il cofinanziamento regionale del Psr Lazio, non più dovuto per le annualità dal 2016 al 2020.

Al di là dell’importante dato tecnico, c’è da mettere in rilievo la grande valenza politica di questa operazione che dà risposte ad un comparto importantissimo dell’economia della Tuscia. Secondo le proiezioni, infatti, si dovrebbero finanziare ad esempio quasi tutte le domande pervenute per la misura 4.2, una percentuale molto alta (circa l’80%) della misura 6.1, mentre aumenta in maniera davvero consistente la dotazione finanziaria per la misura 14. In buona sostanza, quindi, per tante misure si colma buona parte del gap che c’era tra le richieste arrivate e le risorse disponibili.

Tutto ciò è stato possibile grazie alla significativa differenza, registrata dall’Assessorato all’Agricoltura della Regione, tra gli importi totali delle richieste di sostegno e le effettive disponibilità. Ringrazio l’assessore Carlo Hausmann e la sua squadra per il grande lavoro svolto. Per quanto riguarda tutte le informazioni necessarie a Viterbo ci si può rivolgere presso l’Area decentrata Agricoltura in via Mariano Romiti.

Enrico Panunzi, Presidente Sesta Commissione consiliare Regione Lazio