Panunzi su legge semplificazione normativa

NewTuscia – ROMA

Il consigliere regionale Enrico Panunzi
Il consigliere regionale Enrico Panunzi

NewTuscia – ROMA – Meno burocrazia e una vita più semplice per i cittadini e le imprese del Lazio: sono questi gli effetti della legge sulle “Disposizioni per la semplificazione normativa e procedimentale e abrogazione espressa di leggi regionali”, di iniziativa della Giunta regionale, approvata ieri all’unanimità dal Consiglio regionale del Lazio. Il provvedimento ha portato all’abrogazione di 446 leggi inutili. Il testo finale della norma fornisce un quadro normativo più fruibile, smantellando la precedente situazione che era appesantita e ingarbugliata da normative ormai obsolete. Sono stati definiti inoltre criteri e procedure per attuare annualmente la semplificazione normativa e procedimentale, anche attraverso la redazione di testi unici.

Il provvedimento, infatti, si inserisce nel percorso già avviato da alcuni anni a livello europeo e nazionale che intende semplificare e migliorare la qualità della produzione normativa. In particolare, si fa riferimento all’articolo 14 della legge n. 246 del 2005, che ha introdotto a livello nazionale lo strumento del cosiddetto “taglialeggi”, per la riduzione appunto del numero delle leggi presenti nell’ordinamento.

Gli effetti del provvedimento riguarderanno numerosi ambiti: attività istituzionali, agricoltura, caccia e pesca, ambiente e rifiuti, infrastrutture, politiche abitative ed enti locali, politiche del territorio e mobilità, sviluppo economico e attività produttive, lavoro, pari opportunità e personale, politiche sociali, sicurezza e sport, salute, formazione, ricerca, scuola, università e turismo, cultura e politiche giovanili.

Grazie anche lavoro della commissione competente e del Consiglio regionale è stato possibile arrivare all’approvazione unanime di un provvedimento i cui effetti risulteranno di vitale importanza per i cittadini e le imprese del Lazio

Enrico Panunzi, Presidente Sesta Commissione consiliare Regione Lazio