Gubbio, felicitazioni del Sindaco Stirati a Cardinale Bassetti per nomina alla guida della ‘Cei’

NewTuscia – GUBBIO – Il sindaco Filippo Mario Stirati ha inviato una lettera di felicitazioni al Cardinale Gualtiero Bassetti per la recente nomina a presidente della CEI  – Conferenza Episcopale Italiana.  « Le giungano a nome mio personale,  dell’amministrazione tutta e dell’intera Città di Gubbio – si legge nella missiva  – le  felicitazioni più  sentite per la  nomina  al nuovo prestigioso incarico di presidente della CEI, di così grande e delicata responsabilità.

Ci uniamo al giubilo che accompagna la notizia di questa nuova missione che Papa Francesco Le  ha voluto meritatamente conferire. E’ un onore per tutti noi che Lei, legatissimo alla nostra terra umbra, sia stato chiamato a un così alto compito, che rappresenta  l’esito più felice dell’alto magistero e della dottrina da Lei fin qui profusa.   Nel Suo impegno pastorale è sempre stato sensibile e attento alle questioni sociali, dalla parte dei deboli, degli ultimi, vicino ai lavoratori.  E come presidente della Cei, sono certo che sarà interprete di quella Chiesa umile e solidale, con lo sguardo rivolto ai più bisognosi, ecumenica e aperta al mondo, cui Papa Francesco costantemente ci richiama, fedeli e laici.  Prego vostra Eminenza di accogliere i sensi della più alta considerazione e i deferenti saluti dell’intera comunità eugubina ».

PRESENTATO IL RICCO PROGRAMMA DI  ‘TERRA COMUNICA FESTIVAL’ EDIZIONE 2017

Si è tenuta questa mattina,  la conferenza stampa di presentazione della quinta edizione di ‘TERRACOMUNICA FESTIVAL’  che si terrà a Gubbio dal 27 al 30 luglio, con anteprime e laboratori, come quello in collaborazione con ‘Gubbio Scienza’.  Si tratta di un contenitore a tutto tondo con  workshop e convegni, showcooking, incontri e laboratori, talk e uno speciale appuntamento con ‘beerfest’.  Sono intervenuti  il sindaco Filippo Mario Stirati, presente anche l’assessore Augusto Ancillotti, Paolo Tosti presidente dell’associazione culturale ‘Terracomunica’ e la socia  Elisa Giuli, nonché Giampaolo Lazzari presidente di ‘ANMIBA’ associazione nazionale della Bande Musicali.  « E’ un evento  che si inserisce nell’idea di città che stiamo realizzando con varie iniziative – ha commentato il sindaco Stirati – come il recente workshop ‘L’oro di Gubbio’.

Esiste infatti un patrimonio culturale e di valori della collettività che va saputo interpretare e condividere. Il ‘genius loci’ va ricondotto a sistema e per costruire l’identità di Gubbio e del territorio occorre il contributo dei suoi abitanti, proprio come avviene  con ‘Terracomunica’ ».   « Partiamo dall’obiettivo di organizzare e sostenere eventi per tornare ad avere consapevolezza della propria terra – ha spiegato Tosti –  delle  tradizioni e dei propri valori,  al fine di ricreare un sapere condiviso che aiuti a viverla al meglio. Capirla e conoscerla è infatti il miglior modo per rendere viva la propria cultura.  Ogni  individuo occupa, all’interno della storia dell’umanità, un determinato intervallo di spazio e di tempo. Questo spazio è ciò che ci identifica e stabilisce la nostra appartenenza alla terra e alla sua storia. Oggi più che mai la terra, dono comune a tutti gli esseri umani, comunica le proprie esigenze. Sta a noi ascoltarla.  E se è vero che per sapere dove si va, bisogna conoscere da dove si viene, mezzi come la fotografia, l’arte la musica e l’architettura sono sembrati  vincenti per aprire a riflessioni capaci di tutelare la memoria dei luoghi che si abitano. ‘Terracomunica’  ripristina infatti il dialogo tra persone e territorio, anche per riconsegnare ai posteri un patrimonio culturale.

È  seguendo questa filosofia che l’associazione lavora fin dal 2009 alla creazione di un vero e proprio Festival che da Milano si è trasferito in Umbria e a Gubbio nel 2012. Arrivato alla sua quinta edizione,  l’appuntamento   ripropone  un perfetto connubio tra formazione e cultura,   con  mostre, artistiche e fotografiche,  giochi, laboratori e momenti di degustazione alla riscoperta dei sapori di un tempo,  per  risaltare l’importanza dello sviluppo sostenibile del territorio e dello stare insieme. L’obiettivo è proprio quello di crescere, personalmente e culturalmente, condividendo e confrontando saperi e informazioni.  Tra  grandi nomi e quelli meno noti, ogni incontro ha una sua importanza, dagli  workshop di cucina a  quelli fotografici,  senza dimenticare  i  laboratori che  realizziamo  dal 1997  per bambini dai 6 ai 12 anni,  per sviluppare la consapevolezza di vivere in un ambiente sostenibile ».  Molte le novità di quest’anno,   tra cui  il workshop proposto da ANBIMA che  vede oltre un centinaio di giovani Bandisti umbri  che  soggiorneranno  a Gubbio dal 3 al 9 luglio,   per studiare perfezionarsi e creare la prima giovane Banda umbra sostenibile. Ha spiegato il progetto Lazzari:  «L’Umbria è un territorio ricco di associazionismo e tradizioni bandistiche che rappresentano una forma di aggregazione e di crescita per i giovani. E questa esperienza di Gubbio riveste un aspetto di grande rilevanza nazionale, al quale siamo ben lieti di dare il nostro contributo ». Un’attrattiva di sicuro interesse è rappresentata da ‘Beer Fest’, in collaborazione con ‘Union Birrai’,  illustrata da Elisa Giuli:  «  In due  giorni, il 29 e 30 luglio,  si terranno momenti conviviali,  incontri, degustazioni e soprattutto  educazione  al buon bere,  per far capire che esiste una cultura e una tradizione artigiana importante, fonte di lavoro e di civiltà  ».    Per ulteriori  informazioni sul’intero programma del  Festival  www.terracomunica.com