Gubbio, nuovo incontro in comune con Provincia, imprese e ditta esecutrice lavori strada ‘Contessa’

Gubbio stemmaNewTuscia – GUBBIO – Si è svolto questa mattina in Comune un nuovo incontro per definire alcuni aspetti logistici di viabilità volti a ridurre al massimo i disagi a seguito dell’intervento di adeguamento e risanamento di un tratto della S.R. 452 ‘Contessa’, che aprirà il cantiere, con senso unico alternato, mercoledì 24 maggio prossimo con previsione di durata di 4 mesi.

E’ un intervento di messa in sicurezza, consistente nell’adeguamento delle barriere, nel risanamento degli appoggi e nella impermeabilizzazione del ponte, per un totale di 366mila euro, finanziati dalla Regione Umbria, su progetto elaborato dalla Provincia di Perugia incaricata della direzione dei lavori.  L’incontro, convocato su sollecitazione di un gruppo d’imprese della zona rappresentate dall’avvocato Francesco Gagliardi, ha visto la presenza del sindaco Filippo Mario Stirati, della consigliera provinciale Erika Borghesi, del responsabile del progetto ingegnere Giovanni Solinas, dell’ingegnere Lorena Ragnacci della Coop Progetti, del tecnico responsabile per la Provincia della zona Fabrizio Marinelli, del responsabile della ditta aggiudicatrice dell’appalto.

In particolare, si sono cercate soluzioni praticabili per ridurre al minimo possibile i disagi relativi all’intervento di manutenzione straordinaria, in seguito alle preoccupazioni espresse da più parti sull’impatto dei lavori.  Per il prevedibile incremento dei flussi turistici nei mesi estivi, oltre al senso alternato, è stato raggiunto un accordo di presidiare il traffico tramite personale addetto durante i week end e in alcuni giorni ‘caldi’, anche al fine di salvaguardare l’economia turistica del territorio e gli esercizi ristorativi e commerciali, già in forte difficoltà a causa della riduzione del turismo in conseguenza del sisma.

I ‘movieri’ regoleranno il traffico a semafori spenti il venerdì dalle 17 alle 21, il sabato e la domenica dalle 7 alle 12 e dalle 17 alle 21 e, con questo stesso orario, il 2 giugno e il 15 agosto. Tale soluzione comporterà un aggravio di spese di circa 16 mila euro, che verranno sostenute dall’impresa e dalle ditte di trasporto interessate.  Per quanto riguarda i mezzi pesanti, si potrà transitare sotto le 30 tonnellate mentre per i carichi superiori è stata individuata la viabilità alternativa della Flaminia, e  si potrà comunque transitare nella ‘Contessa’ a mezzo vuoto.  Per i carichi di lunghezza ingombrante, esisterà la possibilità di avere un’autorizzazione in deroga, debitamente comunicata in anticipo,  per percorrere la ‘Contessa’. E’ stata  richiesta da tutti l’osservanza stretta dei tempi previsti di 4 mesi per il completamento dei lavori.

MODIFICHE ALLA CIRCOLAZIONE  PER ‘FESTA DEI CERI MEZZANI’ DOMENICA 21 MAGGIO E DEI ‘CERI PICCOLI’ IL 2 GIUGNO

In occasione dello svolgimento della ‘Festa dei Ceri Mezzani’, domenica 21 maggio e dei ‘Ceri piccoli’ il 2 giugno, il Comando di  Polizia Municipale ha disposto con apposita ordinanza alcune modifiche alla circolazione per  permettere lo svolgimento delle numerose iniziative che interessano l’intero centro storico in sicurezza.

E’ pertanto stabilito il  divieto di accesso nel centro storico per i veicoli non autorizzati dalle ore 7 alle ore 22 mediante l’apposizione delle apposite transenne fisse e mobili nelle porte di accesso alla città, mentre i veicoli autorizzati potranno accedere da Largo di Porta Marmorea. Divieto di sosta con rimozione in tutto il centro storico, ad esclusione dei mezzi di emergenza, di soccorso e pronto intervento, dalle ore 7 alle ore 22. Inoltre,  divieto di sosta con rimozione all’interno del parcheggio denominato dell’Ex Seminario e dei piani superiore ed intermedio del parcheggio antistante la Funivia “Colle Eletto”, ad esclusione dei veicoli muniti di permesso di circolazione per tutti i settori in cui è suddivisa la zona a traffico limitato del centro storico nonché dei veicoli degli ospiti degli hotel situati nel centro storico le cui targhe saranno comunicate al Servizio Polizia Municipale dalle ore 7 alle ore 22.

Il capolinea degli autobus di linea è istituito all’interno del Piazzale Leonardo da Vinci dalle ore 7 alle ore 22. Il parcheggio adiacente Via B. Ubaldi (Casellino) è riservato alla sosta degli autobus turistici dalle ore 7 alle ore 22. E’ altresì stabilito  il divieto di sosta con rimozione, ad esclusione di motocicli e ciclomotori, presso il parcheggio antistante la Chiesa di S. Agostino, il parcheggio adiacente la Farmacia di Via Campo di Marte (parte) ed il parcheggio di Piazza 40 Martiri retrostante la postazione fissa della Polizia Municipale dalle ore 7 alle ore 22. Qualora necessario per consentire il posizionamento degli autocarri autorizzati alla vendita, è stabilito il divieto di sosta con rimozione in Viale del Teatro Romano dalle ore 7 alle ore 22 e nel tratto compreso fra l’area di manovra autobus e l’ingresso della basilica di Sant’Ubaldo, il giorno 16 maggio di ciascun anno dalle ore 7 alle ore 20, ad esclusione del tratto situato nei pressi della sede del Comitato dell’Albero di Natale, che dovrà essere riservata ed opportunamente delimitata per la sosta dei mezzi di soccorso.

Il  parcheggio posto in adiacenza a Via Matteotti (retro ingresso sede Comunità Montana Alta Umbria) è riservato dalle ore 7 alle ore 22 alla sosta delle sole autovetture, motocicli e ciclomotori. Divieto di circolazione dalle ore 15 alle ore 22 lungo la strada che conduce alla Basilica di S. Ubaldo a partire dall’area del c.d. Belvedere.  Il personale addetto alla segnaletica del Settore Lavori Pubblici è incaricato dell’apposizione della segnaletica necessaria nonché del posizionamento di appositi dissuasori dalla sosta in Via della Piaggiola, Parco della Vittorina, Via del Mausoleo, Via Devoto, Via del Cavarello/Via Bixio, ed in altre arterie, ove opportuno. Il Servizio Polizia Municipale può in qualsiasi momento apportare modifiche alla circolazione qualora ciò si dovesse rendere necessario per motivi di pubblica sicurezza e di fluidità della circolazione nonché per garantire il corretto svolgimento della manifestazione.

INCONTRO ALLA BIBLIOTECA SPERELLIANA SUL TEMA ‘220 ANNI DI AMICIZIA ITALO – POLACCA’

Venerdì 9 giugno alle ore 18 nella sala ex Refettorio della Biblioteca Comunale Sperelliana,  è organizzato un incontro  sul  tema ‘220 ANNI DI AMICIZIA ITALO – POLACCA’, promosso da associazione ‘Amici della Polonia in Umbria’, da Ufficio Consolare  dell’Ambasciata della Repubblica di Polonia in Roma,  con il patrocinio del  Comune di Gubbio.  Da almeno 220 anni due grandi comunità nazionali, quella del popolo italiano e quella del popolo polacco, hanno avuto destini singolarmente paralleli e spesso incrociati. Nel 1797 fu creata a Reggio Emilia la bandiera italiana e nello stesso anno fu scritto nella medesima città l’inno polacco; nel 1847 fu composto l’attuale inno italiano e i due inni fanno reciproco riferimento all’altro popolo.

Molti polacchi combatterono in Italia prima con Napoleone e poi nelle guerre di indipendenza risorgimentali; amari destini coinvolsero i due popoli in vari decenni nel ventesimo  secolo; nel 1944 i soldati polacchi si coprirono di gloria a Montecassino. Il pontificato del Papa polacco Giovanni Paolo II  (1978 – 2005) ha segnato una svolta nei destini del mondo. Il giurista e autore di saggi storici Siro Centofanti,  già docente di Diritto del lavoro dell’Università di Perugia,  terrà una relazione per celebrare tali eventi gloriosi che uniscono i due popoli. L’incontro, aperto a tutti, si propone di rinsaldare legami di solidarietà tra le comunità nazionali, nel segno della libertà, della democrazia e della solidarietà sociale.

OGGETTI SMARRITI:  RITROVATO UN CELLULARE  

L’ ufficio Economato comunica che è stato ritrovato ed è giacente presso la depositeria Comunale un cellulare. Chi  l’avesse smarrito è invitato a presentarsi presso l’Ufficio Economato per  ritirarlo nel termine di un anno a decorrere dal 19 maggio,  con avvertenza che, trascorso  inutilmente  il termine fissato, detti oggetti verranno consegnati al ritrovatore, come disposto dall’articolo  929  del  Codice Civile.