Sanità Lazio, Ugl: “Stabilizzazione sia per tutti i lavoratori delle strutture private accreditate”

UGLNewTuscia – ROMA – “Le modifiche normative relative alla stabilizzazione del personale di assistenza delle strutture sanitarie accreditate deve includere tutti i lavoratori degli istituti privati del Lazio e non solo una parte degli addetti come vorrebbero le associazioni datoriali”.

Lo ha detto il segretario regionale dell’ Ugl Lazio, Armando Valiani, all’indomani dell’incontro fra sindacati e associazioni datoriali Aris, Aiop, Unindustria Lazio presso la Cabina di Regia del Servizio Sanitario Regionale per l’analisi delle modifiche relative ai decreti n.8/2011 e 376/2016.

Presente alla riunione anche il segretario regionale dell’Ugl Sanità Lazio, Gianluca Giuliano, il quale ha spiegato che “come organizzazione sindacale, abbiamo manifestato la ferma volontà di batterci contro ogni tipo di discriminazione  e per l’inclusione di tutti i lavoratori coinvolti, che svolgono continuativamente le stesse mansioni dei loro colleghi con contratto a tempo indeterminato, ma senza per questo avere gli stessi diritti. Auspichiamo – continua – che nel prossimo incontro si traccino le linee guida che pongano definitivamente la parola ‘fine’ ad ogni tipo di precariato, verso una corretta gestione del personale ed un aumento della qualità dei servizi erogati ai cittadini. L’Ugl – conclude – non mollerà la presa e si batterà, come sempre, per garantire la tutela dei diritti anche a quei lavoratori oggi considerati di Serie B”.