Tarquinia, un successo la diretta streaming, su www.pegasowebtv.it, della processione del Cristo Risorto

NewTuscia – TARQUINIA –  Un successo la diretta streaming della processione del Cristo Risorto.

Domenica scorsa, il programma televisivo via web, realizzato dalla Pegaso Web Tv e dalla Sky One Srl, in collaborazione con l’Associazione Fratelli del Cristo Risorto ed il Comune di Tarquinia, è stato seguito da oltre mille persone sul sito ufficiale www.pegasowebtv.it.

tarquinia1

Nato da un’idea di Giancarlo Milioni, che ne è anche il regista, il programma ha un valido staff. In studio, allestito nella sala del consiglio comunale, c’erano i due conduttori Simona Orrù e il giornalista Alessandro Guiducci che hanno avuto come ospiti Angelo Pontani e Alessio Bernabei.

In esterna, a seguire la processione da vicino e a commentarla attimo per attimo, una troupe  televisiva composta dal giornalista Silvano Olmi e dall’operatore video Mattia Purgatori. Al mixer audio ha operato Giada Milioni, alle colonne sonore Monica Campanile e alle riprese Nicolò Milioni, mentre alcune attrezzature tecniche sono state fornite dalla Promoservice di Antonio Pellegrini.

La processione del Cristo Risorto é uno degli eventi religiosi, legati alle tradizioni popolari, tra i più suggestivi che hanno luogo in Italia nel giorno di Pasqua. Si tratta di un avvenimento emozionante e spettacolare che vuole celebrare il trionfo della Resurrezione di Cristo.

La statua lignea del Redentore, un’opera ottocentesca di Bartolomeo Canini su un bozzetto in gesso dello scultore Pietro Tenerani, è trasportata a spalla a passo di corsa tra le vie della città preceduta da dieci Croci, adornate con ghirlande floreali, e dagli “Sparatori” che, con le doppiette maremmane caricate a salve, esplodono verso il cielo fiumi di coriandoli multicolore.

È “il Cristo Risorto che molleggia, portato a spalla, sopra un mare di teste, come nave in mezzo alla burrasca”, come il poeta e scrittore tarquiniese Vincenzo Cardarelli descriveva la Processione nella sua opera dal titolo “Sole a Picco”.

“La trasmissione è durata 2 ore e 20 minuti e l’abbiamo dedicata in particolare a tutti i cittadini residenti fuori città – ha dichiarato il regista Giancarlo Milioni – con particolare riferimento a coloro che sono nati o hanno vissuto per lungo tempo nella nostra cittadina e non hanno avuto la possibilità di assistervi personalmente.”