Nasce il Festival Camomilla, gli organizzatori: “Riportiamo la vera cultura a Viterbo”

loading...

NewTuscia – VITERBO – Dopo Caffeina pronto un altro festival della cultura a Viterbo: Camomilla. L’idea, un po’ strana ma confermata da nostre fonti, è nata ad un gruppo di ragazzi di Viterbo per riequilibrare un panorama della cultura a Viterbo ormai troppo a senso unico.

“Camomilla” – spiegano Andrea e Franco, gli ideatori del progetto culturale – “nasce con l’intenzione di rilassare, mediante un cartellone estivo basato su film, documentari e cortometraggi da una parte e event legati al mondo del teatro, tutti i cittadini che vorranno partecipare”.

Diteci qualcosa di più. “Camomilla in primis, chiariamolo subito, non è un nome provocatorio verso Caffeina. Nasce dalla voglia di offrire qualcosa di diverso e di rilassante: cinema, teatro, momenti di confronto pubblici ma più soft, diciamo da circolo culturale. Proporremo il cartellone al Comune di Viterbo piazza della rocca viterbonelle prossime settimane e puntiamo a diventare il primo festival culturale di Viterbo e provincia”.

Qual è il vostro modello culturale? “Certamente il nostro nome non è casuale: vogliamo il ritorno alla cultura vera per Viterbo, quella tranquilla, da salotto, solitaria, conservatrice. Viterbo è stata papale e, ora, c’è chi la vuole svilire con una massificazione delle feste e degli eventi: ma ci siamo noi ormai, e le cose cambieranno”.

Che ne pensate di Caffeina. “Noi di Camomilla cosa possiamo pensarne? Nasciamo per portare serenità e interesse per la vera cultura di Viterbo: quella dell’atarassia di massa. Punto. Un festival che si chiama Caffeina che può fare se non eccitare gli animi?”.

Quando inizierà il Festival Camomilla? “I primi di luglio, stiamo lavorando per farlo diventare un festival per tutto l’anno e siamo certi che questa amministrazione ci aiuterà: il sindaco Michelini ci ha già dato un assenso di massima”.