Il Consiglio Comunale di Acquapendente approva il bilancio di previsione 2017-2019

loading...
Il sindaco di Acquapendente, Angelo Ghinassi
Il sindaco di Acquapendente, Angelo Ghinassi

NewTuscia – ACQUAPENDENTE – Nella seduta del 31 marzo 2017 il consiglio comunale ha approvato una serie di documenti programmatici di particolare importanza

In particolare è stato approvato il piano delle valorizzazioni immobiliari che prevede la trasformazione del parcheggio sotterraneo di via Cantorrivo in box da cedere a privati il cui ricavato verrà destinato all’acquisizione del bosco monumentale del Sasseto e di altri terreni della ex proprietà del Castello di Torre Alfina ( giardino e impianti sportivi) con l’intento di realizzare un unicum parco ambientale a valenza turistica insieme alla Riserva naturale. Un opera strategica e fondamentale per lo sviluppo turistico del territorio.

Subito dopo il Consiglio ha approvato il bilancio di previsione 2017-2019.

Il Sindaco nell’illustrare   l’impianto complessivo del bilancio ha dichiarato la sua soddisfazione perché pur con i vincoli stringenti di natura finanziaria e contabile per il conseguimento del pareggio di bilancio in conformità alla normativa europea a nazionale e nonostante la scarsità delle risorse di provenienza esterna, il bilancio presenta vari elementi di novità in termini di sviluppo socio economico. In particolare oltre la parco sopra descritto, è stato avviato lo sportello Europa per assistenza a privati ad aziende nella ricerca di finanziamenti, sono state previste soluzioni per il cosiddetto reddito di inclusione con l’avvio di progetti con buoni lavoro per categorie in difficoltà (disoccupati ecc) e giovani finanziati in parte con i fondi trasferiti per l’ospitalità migranti come prevista dalla recente normativa nazionale

Inoltre il Comune diventerà di nuovo centro di governo per la gestione degli impianti sportivi e viene estesa a tutti i servizi l’isee per garantire equità e incremento della percentuale di copertura dei servizi a domanda individuale (dall’asilo nido, alle mense,  all’ aiuto compiti allo scuolabus ecc.)

Non sono previsti incrementi di tasse ed imposte.

Il confronto con la minoranza è stata questa volta a differenza del precedente consiglio un po’ burrascoso di indubbia qualità sia nell’affrontare i problemi dal punto di vista tecnico e sia per il clima propositivo ed anche collaborativo.