Amminisatrazione comunale di Vetralla: critiche da Fdi

NewTuscia – VETRALLA – La tanto invocata trasparenza e gli annunci sbandierati nei pittoreschi comizi di piazza improvvisati in campagna elettorale, su quella che sarebbe diventata la casa di vetro per i cittadini di Vetralla, sono già finiti nel cassetto o forse nel cestino, vista la strana concezione di democrazia che palesa l’amministrazione Coppari in tutti i suoi esponenti. Ebbene sì… l’ultimo Consiglio Comunale si è svolto il 29 Dicembre 2016, ormai tre mesi favetralla_201604041184125_c8kvzw80gxm2m1wsf0o3ip74b!! Alle diverse sollecitazioni in merito arrivate dalle opposizioni, l’amministrazione in carica, ha risposto pubblicamente che non vengono convocati consigli comunali per risparmiare soldi; la scusa addotta è abbastanza ridicola ma nello stesso tempo grave, il sindaco Coppari, o chi per lui, forse non è a conoscenza del fatto che il Consiglio Comunale è il massimo organo rappresentativo del Comune, espressione del voto dei cittadini, anche di quelli che non hanno votato per loro e che comunque vanno rispettati, vanno date loro le risposte che meritano e che richiedono a seguito delle continue decisioni, a dir poco discutibili,  prese. La verità naturalmente è un’altra, i consigli non vengono convocati perché non sanno cosa rispondere alle decine di interpellanze avanzate dalla minoranza da oltre sei mesi, il risparmio di qualche centinaia di euro è una mera scusa per nascondere la palese incapacità dimostrata nell’amministrare, a maggior ragione se poi si spendono 1.000,00 euro in due mesi per assumere a contratto un addetto stampa  per scrivere articoli sulle mirabolanti iniziative sul nulla intraprese e poi non realizzate.

Andiamo nel concreto, come mai l’addetto stampa non si è preoccupato di informare la popolazione del fatto che è stato prorogato fino al 30 Giugno prossimo il CDA della Vetralla Servizi dove viene confermata la nomina del consigliere Pasquinelli Federico, fratello dell’assessore Pasquinelli Enrico? La risposta è semplice, oltre ad essere inopportuna la nomina è anche inopportuno farlo sapere. Naturalmente le incompatibilità da noi denunciate restano in piedi, con un’arroganza che non ha precedenti, così come il mancato rispetto della Legge 267/2000 in merito alle deleghe alla nuora del sindaco ed in merito all’assessore Postiglioni che se la canta e se la suona da presidente del Tre Croci Calcio. Per queste iregoalrità torniamo a chiedere l’intervento del Prefetto.

Ma non finisce qui, si annunciano servizi in pompa magna, poi il nulla!! Ci chiediamo che fine ha fatto il servizio PiediBus, doveva partire a Settembre, poi a Dicembre, poi solo a Vetralla (Cura forse è un altro comune?), poi è scomparso; stessa fine il servizio pulmino sociale, già in essere in passato, scomparso dai radar. La delibera sulle RSA di cui ne abbiamo denunciato qualche settimana fà l’illegittimità, in chiaro contrasto con le norme regionali, è un altro argomento su cui si preferisce non rispondere, qualcuno direbbe, almeno evitano di dire fesserie. Vogliamo anche evidenziare quando avevamo rilevato a Settembre scorso sulla scuola in Loc. Pietrara dove sono stati convogliati più bambini della capienza prevista ed in condizioni disagiate a causa della scelta dell’amministrazione di non utilizzare più i locali della casa famiglia come era stato fatto in passato; oggi un esposto di alcuni genitori costringerà a spostare i bambini assegnati alla Pietrara presso altre strutture del comune con evidente disagio per docenti, genitori e bambini stessi, mentre resteranno nella struttura quelli provenienti da Vetralla Piazza Cavour e quelli provenienti dalla casa famiglia. Assurdo.

Di tutte queste problematiche agli attuali amministratori non interessa nulla, perché con arroganza e presunzione non convocano il Consiglio Comunale dove sarebbero costretti a rispondere a queste e molte altre situazioni gestite in modo a dir poco discutibile, noi continueremo ad informare chi ci ha dato fiducia su quanto fatto, poco e sbagliato, e su quanto non fatto, è il nostro ruolo, è la democrazia, che questi gestori lo sappiamo.

FRATELLI D’ITALIA VETRALLA
Roberto Tomassini